Da settembre 2018 diritto alla pensione per 36.700 nella scuola

Cornelia Mascio
Luglio 15, 2018

L'Inps ha dato i numeri dei pensionamenti a partire dal prossimo 1 settembre 2018.

Sono 41mila le domande di pensionamento arrivat all'Inps dal personale della scuola, il 30% in più rispetto al 2017. Mentre alle restanti 4.600, in linea con la percentuale dello scorso anno, "tale diritto non è stato al momento riconosciuto". Una verifica preventiva del numero reale di aventi diritto necessaria, spiega l'Inps, perché le scuole possano "garantire la continuità didattica all'inizio di ogni anno". "Per queste ultime posizioni l'Istituto, in stretta collaborazione con i competenti uffici ministeriali, sta provvedendo ad ulteriori approfondimenti", prosegue l'Inps. E i file con gli elenchi dei nomi, aggiornati via via, sono stati inviati dall'istituto al Miur già dal 30 aprile scorso. Con riferimento alle notizie di stampa riguardanti le presunte diverse modalità di calcolo, si precisa che l'Istituto ha da sempre adottato il criterio dell'anno commerciale per la verifica del diritto a pensione.

L'eventuale differente modalità di calcolo delle pensioni 2018 adottata dal Ministero in ogni caso può comportare esclusivamente limitate differenze con riferimento ai periodi pre-ruolo riconosciuti con provvedimenti di competenza del Miur. Questa mattina il direttore generale Gabriella Di Michele ha incontrato i sindacati della scuola, per illustrare tutta l'attività posta in essere, testimoniando la grande attenzione e considerazione con cui la vicenda è seguita dall'istituto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE