Google, in arrivo nuova maxi multa Ue per il sistema Android

Rodiano Bonacci
Luglio 18, 2018

La stangata era nell'aria e puntualmente è arrivata. L'ammontare è stato anticipato dall'agenzia americana Bloomberg e verrà ufficializzato a breve da Bruxelles durante la conferenza stampa della commissaria Margrethe Vestager.

Si tratta di una cifra da record, la più alta mai comminata dalla Commissione Europea, quasi doppia rispetto alla già salata sanzione di 2,4 miliardi dello scorso anno per i "favoritismi" nei confronti di Google Shopping. E la sua forza sta ancora oggi nella collaborazione di Google con più produttori di dispositivi mobili, da Samsung a Huawei. Per la Commissione ha "attuato una strategia sugli apparecchi mobili per conservare e rafforzare il suo dominio nel campo delle ricerche internet", violando le regole Ue sulla concorrenza.

Nel dettaglio si parla di 3 specifiche violazioni: la prima riguarda l'obbligo per i produttori di smartphone e tablet a pre-installare le app Play Store, Google Search e Google Chrome.

Multa a parte, 4.3 miliardi sono tanti ma sono solo una parte del fatturato annuo del colosso, il vero problema per Google è legato a quelle che possono essere le richieste di Google dopo la multa.

La decisione prende in considerazione le restrizioni inserite da Google sul suo sistema operativo Android nel momento in cui gli utenti passavano da pc a dispositivi mobili. È infatti in corso una terza indagine: l'accusa per Google è di aver limitato volontariamente la pubblicità di aziende rivali attraverso il sistema Google AdSense.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE