Denuncia migranti morti Open Arms, Salvini: 'Nessuno in mare, solo meschina propaganda'

Remigio Civitarese
Luglio 19, 2018

Si tratta di imbarcazioni della Ong catalana Proactiva Open Arms che si trovano al momento in zona Sar. Ad esempio, la giornalista tedesca Nadja Kriewald di N-Tv usata come testimone dalla guardia costiera di tripoli ora ammette: "A bordo della nave libica sono state 165 le persone salvate: 119 uomini, 34 donne e 12 bambini".

A bordo della nave c'è anche il deputato di Leu Erasmo Palazzotto. "Sperando che almeno stavolta, davanti all'omicidio di una donna ed un bambino il ministro Salvini abbia la decenza stare zitto". "La denuncia di Open arms è meschina propaganda politica con altri interessi". E' l'accusa che la Ong Proactiva Open Arms lancia nei confronti dell'Italia dopo aver recuperato in mare tra i resti di un gommone il cadavere di una donna e di un bambino e aver salvato un'altra donna.

"La guardia costiera libica ha annunciato di aver intercettato una barca con 158 persone a bordo e di aver fornito assistenza medica e umanitaria".

Perché mai, dopo tante ore in un mare non proprio calmo, la testa del bambino morto (e, quindi, il suo corpo che non mostra nessuno dei tipici segni di annegamento presenti sul cadavere della donna) non è scivolata via dalla tavola levigata sulla quale era poggiata? "E di quanto sia fondamentale la presenza delle Ong nel Mediterraneo, impegnate a salvare vite umane innocenti ma anche a tenere i riflettori accesi sugli abusi di chi viola i diritti umani".

Il Ministero dell'interno italiano, additato sui social come il mandante dei "killer libici" ha già etichettato questa versione come Fake e ne preannuncia le prove.

Oim: "Arrivi in Spagna superano quelli in Italia"- La Spagna ha superato l'Italia per numero di arrivi di migranti dall'inizio dell'anno al 15 luglio: 18.016 quelli sbarcati sulle coste spagnole, lungo la rotta del Mediterraneo occidentale, rispetto ai 17.827 arrivati attraverso la rotta centrale dalla Libia all'Italia. Sono i dati diffusi oggi dall'Organizzazione Internazionale delle Migrazioni (Oim).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE