ESCLUSIVA TMW - Pres. Avellino: "Parteciperemo al campionato di B"

Brunilde Fioravanti
Luglio 21, 2018

Sulla decisione del Consiglio, che si era riunito questa mattina, ha pesato il parere negativo della Covisoc: la decisione è arrivata per il mancato rispetto dei termini di consegna della fideiussione, che scadevano alle 19 di lunedì scorso. Ora l'Avellino deve giocarsi l'ultima carta: il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. La delicata questione avellinese riguarda in parte anche l'Inter - attenta osservatrice dell'evolversi della situazione - nella persona di Michele Di Gregorio, fresco innesto della rosa di Mister Marcolini. Dovesse esserci un esito negativo, le parti lavoreranno per risolvere l'accordo.

A quanto pare sia il ricorso che le due nuove fideiussioni presentate in extremis non hanno convinto gli organi competenti che hanno inferto un nuovo colpo al presidente Walter Taccone che, solo pochi giorni fa, aveva rappresentato la sua versione dei fatti. Non è escluso, dunque, che compariranno le fatidiche 'x' con Crotone e Palermo spettatori molto interessati. Sono state invece ammesse, in C, sei società il cui ricorso è stato accolto dalla Covisoc: Matera, Lucchese, Triestina, Pistoiese, Cuneo e Monza. Senza considerare altre probabili lacune di chi salirebbe in B. A colmarle parzialmente ci potranno essere, se lo vogliono, anche i club di A con le loro seconde squadre. Al momento avrebbero manifestato interesse la Juventus e il Milan, oltre a un'ipotesi Torino.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE