Legionella, quarta vittima della nel Milanese. Ma "nessun nuovo caso segnalato"

Modesto Morganelli
Agosto 5, 2018

Il batterio che ha fatto 4 vittime a Bresso e decine di contagiati, si trasmette infatti respirando particelle contaminate (nessun pericolo di contagio da persona a persona o bevendo e mangiando).

Quarta vittima per legionella a Bresso. Il quarto decesso è di ieri sera. L'allarme legionella ha preoccupato i residenti di piazza Alboreto, quelli che abitano nelle otto scale del condominio (circa 140 famiglie) e i commercianti dei negozietti.

Da quanto si è appreso, l'anziano doveva essere dimesso giovedì scorso perché sembrava aver superato la fase più critica della malattia: si era presentato al pronto soccorso del Bassini il 24 luglio: gli era stata riscontrata una polmonite bilaterale causata dalla legionella. Per sicurezza, però, è stato sottoposto ad alcuni accertamenti e l'elettrocardiogramma ha rilevato una bradicardia e dei valori anormali. Era stato ricoverato al Bassini da un paio di settimane, ma l'uomo sembra avesse già altri problemi di salute legati soprattutto all'età avanzata e le complicanze della Legionella gli sono risultati fatali. L'assessore ha fatto sapere che "dei 52 casi ad oggi registrati, 33 pazienti si sono ristabiliti e sono stati dimessi dagli ospedali". Negli ultimi giorni non risultano nuove segnalazioni.

"Proseguono senza sosta - continua l'assessore - le attività di controllo del Laboratorio di prevenzione dell'Ats di Milano", dove sono in corso le analisi di "551 campioni prelevati da 48 abitazioni e 44 siti sensibili". Da ieri un team composto da tecnici della Direzione Generale Welfare, Ats e esperti dell'Istituto Superiore di Sanita' e' al lavoro per valutare lo stato delle azioni gia' compiute e confrontarsi sugli sviluppi delle indagini.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE