Raid di Israele a Gaza: uccise una palestinese e sua figlia

Remigio Civitarese
Agosto 9, 2018

Quattro hanno invece colpito la città di Sderot, mentre 11 sono stati intercettati dal sistema Iron Dome.

L'aviazione israeliana ha attaccato più di 140 obiettivi militari strategici nella striscia di Gaza in risposta agli attacchi da parte dei guerriglieri palestinesi, riporta il servizio stampa dell'esercito.

Enas Khammash, 23 anni, e sua figlia Bayan, 18 mesi, sono morte in un raid che ha colpito Jafarawi, nel centro della Striscia di Gaza; il marito della donna, che era incinta, è rimasto ferito.

Un palestinese è stato ucciso durante il bombardamento a Gaza. La battaglia è cominciata, come due settimane fa, dopo che alcuni militanti palestinesi avevano sparato su una pattuglia israeliana al confine. Parole rilanciate dal deputato israeliano, Avi Dichter, alla guida della Commissione Esteri e Difesa della Knesset, che ha predetto una possibile svolta dopo mesi di tensioni e violenze: "Spero veramente che siamo sul punto di un nuovo giorno sulla questione di Gaza".

La nuova escalation militare ha insanguinato la Striscia di Gaza mentre si tratta la tregua tra Hamas e Israele nei negoziati indiretti mediati dall'Egitto con il sostegno dell'Onu.

Secondo l'esercito israeliano a partire dalla scorsa notte sono stati lanciati oltre 180 missili contro Israele, che hanno provocato sette feriti. Le sirene di allarme antimissili sono risuonate a Ashkelon, Sdot Negev, Eshkol.

Israele ha avvertito Hamas di non prolungare i bombardamenti, e secondo i media israeliani si sta valutando l'ipotesi di evacuare i residenti delle zone confinanti con Gaza.

A seguito di tre massicci raid, sono stati colpiti guerriglieri, tunnel, campi di addestramento, arsenali e impianti di produzione usati dal movimento di Hamas nell'enclave. In ballo ci sarebbe l'apertura permanente del valico di Rafah con l'Egitto, un allentamento delle condizioni al valico di Kerem Shalom con Israele, il ritorno dei corpi dei soldati israeliani e di altri due israeliani ancora in vita nelle mani di Hamas e la fine totale del lancio di aquiloni incendiari dalla Striscia in Israele.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE