MotoGp: Rossi "In Austria cercheremo podio"

Paola Ditto
Agosto 10, 2018

"Purtroppo qui non sono mai salito sul podio, ma vediamo".

Tuttavia, il circuito che è tornato ad ospitare la Formula 1 nel 2015, dopo una profonda revisione, ha i muri molto vicini al tracciato in diverse aree, così come numerose vie di fuga in asfalto, che generalmente sono considerate più pericolose di quelle in ghiaia per i motociclisti. "Mi trovavo bene anche con Tsuji, ma ora servono persone che si prendano le proprie responsabilità e qualche rischio, altrimenti continuiamo così, a vivacchiare". "E' importante che la Yamaha lavori, abbiamo bisogno di tempo, ma speriamo di migliorare entro la fine della stagione". Riesco a guidare preciso, riesco ad entrare in curva forte. "Stavolta però la moto è migliorata e cercheremo di arrivare a lottare per il podio".

La rincorsa della Yamaha alla vittoria, che le manca da 20 gare, riparte dall'Austria, ma la strada appare in salita.

Lo spagnolo, dopo aver saltato i test di Brno, sembra avere grossi problemi sulla messa a punto dell'elettronica.

Le previsioni per domenica indicano possibilità di pioggia, non proprio un'ancora di salvataggio per la Scuderia giapponese: "L'anno scorso per noi la pioggia era un incubo perché la moto era inguidabile e tutte le volte che provavi ad andare un po' più forte cadevi. In questa situazione ci vogliono delle persone che si prendono delle responsabilità, altrimenti continueremo a vivacchiare". Non spero che l'acqua ci possa salvare ed aiutarci a vincere. Non mi piace. Inoltre è anche pericolosa.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE