Palermo, venti tonnellate di hashish nascoste nel gasolio

Remigio Civitarese
Agosto 10, 2018

La Guardia di Finanza di Palermo ha sequestrato oltre venti tonnellate di hashish: si trovavano a bordo di una nave con bandiera panamense. Gli agenti hanno anche arrestato i componenti dell'equipaggio, undici persone di nazionalità montenegrina. All'operazione, coordinata dalla Dda della Procura di Palermo, hanno partecipato il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria del capoluogo siciliano, con il supporto del Gruppo Aeronavale di Messina e la collaborazione del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata.

La Remus, che ufficialmente si occupa di soccorso alle navi che hanno bisogno di rifornimento in mare, era partita dal porto di Las Palmas nelle isole Canarie, in Spagna, e la sua destinazione finale era Tezla, in Turchia.

Nell'operazione hanno fornito il proprio contributo il Reparto Aeronavale ed il Gruppo della Guardia di Finanza di Palermo, oltre che Europol, il Maoc (Maritime analysis and operations centre) di Lisbona, la Dea statunitense e la polizia criminale del Montenegro, nell'ambito del progetto di collaborazione per garantire la sicurezza nei Balcani IPA (Instrument for pre-accession assistance). Seguita nel tragitto con aeromobili e pattugliatori della Gdf, durante la navigazione davanti alle coste nord africane la nave ha spento più volte il trasmettitore per nascondere la posizione. Accertamenti resi difficili dalla presenza di circa 400.000 litri di gasolio. Un "comportamento sospetto" che, continua la Guardia di Finanza, ha consentito di ipotizzare "il coinvolgimento della motonave Remus nel traffico internazionale di stupefacenti" Ulteriori approfondimenti hanno consentito di definire ruoli e responsabilità dei membri dell'equipaggio, fino ad ipotizzare il loro pieno coinvolgimento nei traffici illeciti.

E' stato possibile ispezionare la motonave piena di carburante all'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Palermo che hanno effettuato un lavoro di bonifica durato oltre 14 ore per la prevenzione di ogni incidente.

Successivamente, la nave è stata scortata nel porto di Palermo per l'ispezione e, dopo lo svuotamento di due serbatoi di prua, contenenti 20 mila litri di gasolio, sono stati trovati oltre 650 sacchi di iuta con 20 tonnellate di hashish di 13 diverse qualità, per un valore tra i 150 e i 200 milioni di euro.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE