Clamoroso: Alonso lascia la Formula 1 a fine stagione

Paola Ditto
Agosto 14, 2018

Oltre ai suoi due titoli - nel 2005 è diventato l'allora più giovane campione del mondo nella storia della F1 - Fernando è stato vice campione del mondo per tre volte. Il pilota spagnolo chiuderà questo campionato alla guida della McLaren MCL33, prima di salutare il Circus.

Tra i commenti annessi, il più importante ed esplicativo è ovviamente quello dello stesso Alonso: "Dopo 17 anni meravigliosi in questo fantastico sport, è tempo per me di fare un cambiamento e andare avanti. A nome di Shaikh Mohammed, Mansour e tutto il board, augiriamo a Fernando ogni successo nel suo futuro" ha poi concluso lo Chief Executive Officer della McLaren. "Mi è piaciuto ogni singolo minuto di quelle incredibili stagioni e non posso ringraziare abbastanza le persone che hanno contribuito a renderle così speciali" ha detto Fernando Alonso. Ci sono ancora diverse gare da qui alla fine della stagione e io le disputerò con la stessa passione e impegno di sempre. Ci sono nuove entusiasmanti sfide dietro l'angolo. "Sto vivendo uno dei momenti più belli della mia vita, ma ho bisogno di nuove avventure". Ringrazio tutti alla McLaren, il mio cuore sarà per sempre con loro. Questo è un problema che lui ha: se non lo avesse avuto, avrebbe vinto molto di più visto il talento. Ho costruito dei rapporti con persone fantastiche e che mi hanno dato l'opportunità di allargare i miei orizzonti, correndo anche in altre serie. Sento di essere un pilota più completo ora. Infine, vorrei anche ringraziare i miei ex team, compagni di squadra, concorrenti, colleghi, partner, giornalisti e tutti coloro con cui ho lavorato nella mia carriera in F1. "Ho preso questa decisione qualche mese fa e ringrazio Chase carey e Liberty Media per lo sforzo fatto per cercarmi di cambiare idea. Ma soprattutto voglio ringraziare tutti i miei tifosi sparsi nel mondo". "Sono però abbastanza sicuro che i nostri percorsi torneranno a incrociarsi in futuro".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE