Un grande Matteo Trentin è campione europeo

Paola Ditto
Agosto 14, 2018

La corsa si è decisa a 50 km dal traguardo, dopo che i belgi hanno fatto selezione: l'azione decisiva è stata firmata da un gruppetto di dieci corridori (con Trentin e Cimolai c'erano i belgi Van Aert e Meurisse, gli orange Van Der Poel e Lammertink, il tedesco Denz, il francese Perichon, lo svizzero Albasini e lo spagnolo Herrada Lopez) che hanno fatto il vuoto e deciso la corsa.

Dopo tutto quello che ho passato è incredibile. Volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini, niente era andato dritto in questi 8 mesi. Non voglio dimenticare nessuno, è una grandissima giocatore. Ci eravamo parlati con Cimolai, doveva attaccare per portare i migliori allo scoperto. Grande prova di Davide Cimolai, che ha ottimamente condotto il finale per Trentin. Ma come Nazionale ci siamo comportati in maniera perfetta. Gli azzurri hanno corso in modo intelligente, senza mai farsi prendere dalla frenesia e controllando tutte le fasi di gara, anche sotto la pioggia che ha reso il campionato europeo più simile ad una classica del nord. Per l'Italia è una storica doppietta, perché nei giorni scorsi Marta Bastianelli aveva vinto la prova femminile.

Così il neocampione d'Europa di ciclismo su strada Matteo Trentin dopo la gara vinta in Scozia.

Non è uno che in pubblico si lascia andare troppo alle emozioni, ma questa volta Matteo Trentin è talmente felice che anche ai microfoni si abbandona senza freni alla felicità. In carriera ha vinto una tappa al Giro d'Italia, due al Tour de France e quattro alla Vuelta, inoltre ha conquistato due edizioni della Paris Tours.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE