Flat Tax Partita Iva 2019: regime forfettario ampliato, limiti reddito, i requisiti

Cornelia Mascio
Agosto 17, 2018

ROMA- La Flat tax 2019 sarà mini e riguarderà solo alcune partite Iva.

La Lega ha depositato alla Camera la proposta di legge sulla "mini flat tax", sottoscritta dal M5S.

La misura costerà 3,5 miliardi dal 2019.

In pratica, i proponenti chiedono di ampliare il regime forfettario per le persone fisiche esercenti attività d'impresa, arti o professioni. Peccato che gli stessi che ora ripropongono questa misura abbiano bocciato la nostra: se fosse stata approvata, oggi le partite Iva avrebbero già il regime forfettario fino a 50 mila euro. Il testo, che l'agenzia Ansa è in grado di anticipare, prevede un'aliquota unica al 15% e per le start up, fino a cinque anni dalla fondazione, del 5%.

La copertura, si legge nella proposta di legge parlamentare, è assicurata dalla "riduzione dell'1% di tutte le dotazioni finanziarie di parte corrente del bilancio dello Stato, fatta eccezione per le spese per oneri inderogabili, ad eccezione delle spese relative alle missioni: diritti sociali, politiche sociali e famiglia; politiche per il lavoro, tutela della salute, difesa e sicurezza".

Ancora più specifiche le informazioni diffuse dal Sole24Ore.

Chi vorrà usufruirne non dovrà aver sostenuto spese per più di 15mila euro lordi (erano 5000) o avere beni strumentali dal costo superiore a 40mila euro (erano 20mila).

Inoltre, sono previste delle agevolazioni per chi usufruirà del regime forfettario: sarà esente da spesometro e fatturazione elettronica, Poi non gli saranno applicati dichiarazione, versamento e adempimenti Iva; inoltre, non saranno assoggettati a studi di settore e indici sintetici di affidabilità.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE