Campania, lotta al cancro: c’è una nuova speranza grazie alla ricerca

Modesto Morganelli
Settembre 14, 2018

"Abbiamo deciso un anno fa - spiega il presidente Vincenzo De Luca a margine dell'incontro con gli istituti di ricerca - di chiamare tutta la comunità scientifica della Campania, i nostri ospedali, le nostre università, ad impegnarsi in una sfida: produrre un vaccino contro le diverse patologie oncologiche e vincere il cancro".

Il progetto di ricerca contro il cancro della Regione Campania prevede un finanziamento totale di 157 milioni: 42 milioni di euro per 4 progetti di potenziamento delle infrastrutture di ricerca oncologiche; 55 milioni vanno, invece, a 11 progetti per lo sviluppo di piattaforme tecnologiche oncologiche e di approcci terapeutici, diagnostici e farmaceutici innovativi; 20 milioni sono previsti per 28 progetti finanziabili di 'Campania Terra del Buono' per il trasferimento tecnologico e la prima industrializzazione e altri 40 milioni di risorse stanziate per le due linee di infrastrutture tecnologiche e piattaforme. De Luca ha dichiarato che "Se sara' necessario continueremo a finanziare un nuovo ciclo di ricerca, anche con risorse analoghe". I progetti gia' finanziati e al via hanno come capofila diversi soggetti tra cui gli atenei della Campania, il Cnr, l'Istituto Tumori Pascale, Campania Bioscience, Fondazione Telethon. "Ho assistito in questi mesi ad atti di vera e propria irresponsabilità - ha affermato De Luca -". La Campania è per l'esavalente la prima Regione d'Italia, con il 90 per cento della copertura. "Eravamo all'80, quasi una soglia di pericolosita' - sottolinea - e abbiamo fatto una grande campagna per spiegare a tutti che la vaccinazione e' decisiva per evitare ai bambini malattie che per la mia generazione erano pericolosissime". "Usciamo dalle cialtronerie - aggiunge - le certificazioni mediche le rilasciano i medici e non i politici, se vogliamo tutelare i bambini immunodepressi".

Nel corso dello stesso intervento il governatore annuncia anche la fine entro novembre del commissariamento per la Sanità campana, segno che i conti sono risanati. Abbiamo cominciato una risalita straordinaria per quanto riguarda la griglia dei livelli essenziali di assistenza. "Quando fai questo tipo di lavoro ti devi aspettare qualche piccolo sabotaggi", ha concluso De Luca.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE