Il ministro Tria: "Sono favorevole al taglio dell'Irpef"

Cornelia Mascio
Settembre 14, 2018

"Contrasti non ci sono se uno va a vedere cosa c'è dietro". Alla due giorni dedicata all'approfondimento di temi di attualità ed economia che segna l'apertura della nuova stagione della rappresentanza dopo la pausa estiva, Tria ha sottolineato "bisogna vedere le compatibilità di bilancio" ed è un'operazione che va fatta "in modo equilibrato, coerente e graduale". "Si pensa ad introdurre - ha detto - una dual tax Ires, al 24% per quello che tiri fuori e al 15% strutturale su quello che resta dentro l'azienda".

"Sono molto favorevole a partire con una riduzione del numero delle aliquote Irpef" per i redditi familiari, dice il ministro dell'Economia Tria. E in Italia c'è "una complessità di aliQuote: alte e di tax expenditure: non si capisce mai chi vince e chi perde".

Proseguendo, il ministro Tria ha provato a rassicurare i mercati e l'Europa annunciando una riduzione del debito, sia pure limitata allo 0,1 per cento. "Siamo nella stabilizzazione", ribadendo che l'obiettivo del governo è iniziare a ridurre il rapporto debito-Pil e non avere un peggioramento strutturale del bilancio "ma anzi un miglioramento".

Nel Def di aprile, elaborato dal precedente esecutivo di Paolo Gentiloni, il debito era visto scendere di un punto percentuale al 131,8%. Serviranno un po' di fondi: il problema è il disegno, si tratta di farlo in modo che abbia effetti positivi. Qui "il problema è come lo si disegna, il problema di fondo deve essere affrontato, ci sono molte questioni, l'importante è declinarle in modo coerente".

Dal reddito di cittadinanza al ruolo della Cdp, passando per Tap e Tav, le idee di Tria non sembrano troppo collimanti con le tesi dei Pentastellati.

"Non so se debba diventare una nuova Iri, ma non deve essere una nuova Gepi, con interventi in imprese piu' o meno decotte". Ma ogni voce del menù sarà poi sottoposta ad una scelta politica. E la manovra e' stata al centro del secondo vertice della Lega. Si è detto favorevole a un taglio delle Tasse intervenendo sull'Irpef, ha parlato di Flat Tax, pace fiscale, grandi opere e pensioni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE