Manovra, Di Maio: "Reddito di cittadinanza imprescindibile ma nessuno scontro con Tria"

Cornelia Mascio
Settembre 14, 2018

Intanto il ministro Di Maio, da Gualdo Tadino, annuncia il ritorno della cassa integrazione per sostituzione: "Oggi in Consiglio dei ministri arriva il decreto urgenza con il quale sarà ricostituita la cassa integrazione per cessazione", dice, "Quando un'azienda delocalizza all'estero e lascia gli operai in mezza a una strada, noi potremo utilizzare ammortizzatori sociali che possano dare respiro alle famiglie". L'ultima ipotesi è quella di introdurre un mini-sussidio da 300 euro al mese per quattro milioni di persone. Ne parla Roberto Petrini su Repubblica.

"In manovra ci aspettiamo 10 miliardi per il reddito di cittadinanza o chiederemo le dimissioni del ministro Tria". Tria, in verità, non sembra convinto di spendere tanto: "Eppure lui ci deve assolutamente ascoltare, una chiusura su questo sarebbe un problema". Come sappiamo, il reddito di cittadinanza, che assorbirà il Reddito di inserimento varato dal governo Gentiloni, prevede un sussidio a fronte dell'iscrizione nelle liste di collocamento e la ricerca attiva di un lavoro. Potrebbe essere introdotto gradualmente, dati i costi elevati, in funzione delle effettive disponibilità di bilancio. Per il 2019 servono già 13 miliardi per scongiurare l'aumento dell'Iva e per il reddito di cittadinanza si ipotizza una spesa dell'ordine di 5-6 miliardi. Ma c'è anche la flat tax per le Partite IVA da implementare.

LE RISORSE - Gli esponenti del Movimento 5 Stelle continuano a parlare di assegno da 780 euro al mese per almeno 8 milioni di italiani che vivono in povertà. La versione originaria costa ben 17 miliardi.

Nella realtà la cifra a disposizione dal prossimo anno sarà molto più bassa. L'importo del beneficio dovrebbe aggirarsi intorno ai 300 euro. "Se dovesse saltare il reddito di cittadinanza sarebbe proprio il governo ad avere dei problemi".Barbara Lezzi, ministro per il Sud ai microfoni di Radio Anch'io su Rai Radio1, non le manda a dire agli alleati della Lega.

"In manovra non transigerò sul reddito di cittadinanza, e non solo per il Sud".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE