Ryanair, il 28 settembre sciopero in cinque Paesi d’Europa

Cornelia Mascio
Settembre 14, 2018

La maxi protesta, già ventilata qualche giorno fa, coinvolgerà gli assistenti di volo, e in Italia anche i piloti.

Si preannuncia un venerdì nero per chi viaggia a fine mese, con uno sciopero a tappeto di Ryanair indetto per il 28 settembre in Italia, Spagna, Belgio, Olanda e Portogallo. Le due sigle sindacali hanno infatti denunciato la spedizione di lettere contenenti la minaccia di perdita di lavoro e chiusura della base a tutti i lavoratori scioperanti o in procinto di farlo. Lambot lamenta che, dopo anni di lotte in favore dei dipendenti, la situazione con Ryanair è rimasta pressoché invariata, motivo per il quale ha chiesto ai singoli Stati di controllare che il vettore irlandese rispetti le leggi interne e, nel contempo, incontrerà durante il pomeriggio del 13 settembre la Commissione europea per cercare una soluzione continentale.

Ryanair Air sostiene però che non ci saranno caos nei voli definendo "una piccola minoranza" il personale di bordo del sindacato Cne che ha proclamato la protesta". Lo rende noto FiltCgil che chiede la convocazione dei sindacati per rinegoziare il contratto e conferma lo sciopero di 24 ore di tutto il personale per il 28 settembre. In Italia parteciperanno gli aderenti di Uiltrasporti ma anche di Cgil. "Il movimento si sta rafforzando", ha avvertito il sindacato belga CNE.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE