Settimo, riammesso in classe all’asilo il bambino non vaccinato

Modesto Morganelli
Settembre 14, 2018

Ovviamente, per guarire completamente, il piccolo è stato sottoposto anche ad una serie di trattamenti chemioterapici che, per fortuna, hanno portato i frutti sperati. La vicenda è stata riferita precisamente da Oriana Maschio, un medico di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, che ha denunciato il tutto sul proprio profilo Facebook. Per la dottoressa, che ha appreso della vicenda da una collega, "il fatto è paradigmatico". Il bambino, infatti, è immunodepresso e non può stare a contatto con bimbi non vaccinati. "Siamo in un paese civile? - si chiede la dottoressa Maschio su Facebook - Siamo nel 2018 ed esiste ancora gente stupida che trova in politici imbecillì una voce". Ettore Rosato (Pd), vice presidente della Camera, critica la probabile eliminazione dell'obbligo vaccinale previsto dalla cosiddetta legge Lorenzin. Vivendo in un piccolo paese della campagna veneta, i genitori del piccolo non possono nemmeno cambiarlo di classe visto che nell'unica altra sezione della scuola i bambini non vaccinati sono 3.

Insistendo sulla tutela dei bambini a cominciare dagli immunodepressi, come il bimbo trevigiano, Unicef Italia vuole lanciare il progetto 'Proteggi un bambino. Proteggili tutti', una petizione rivolta al Governo e al Parlamento.

"Capita che il figlio maggiore di alcune famiglie sia vaccinato e quello o quelli più piccoli no oppure lo siano solo in parte - spiega Giorgio Zoppi, direttore della struttura complessa igiene e sanità pubblica e della struttura semplice profilassi delle malattie infettive della Asl 4 - La tendenza a non vaccinare è emersa negli ultimi anni e sono soprattutto i più piccoli a vivere la scelta dei genitori, sulla quale può influire anche il livello culturale". Per tentare di risolvere la situazione sono intervenuti i Carabinieri che hanno segnalato il caso alla Procura.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE