Troppo sigarette elettroniche fra i giovani, gli Usa valutano il divieto

Modesto Morganelli
Settembre 14, 2018

È probabile che tra le altre cose l'azienda dovrà cambiare il proprio negozio online, per rendere impossibile l'acquisto di grossi quantitativi di ricariche: dato che per comprare qualcosa sul sito bisogna fornire i dati di molti documenti in modo da provare di avere più di 21 anni, molti ragazzi comprano le ricariche illegalmente da persone che ne acquistano in gran numero online.

Sigaretta e-cig vietata negli Stati Uniti?

La Food and Drug Administration non ha però gradito questo boom e sta valutando il divieto delle sigarette elettroniche sul mercato statunitense.

L'ente governativo ha chiesto ai produttori piani di intervento entro 60 giorni per risolvere le criticità emerse: in particolare si vuole indagare sul successo di "Juul" tra i giovani e sull'opportunità di mantenere sul mercato prodotti con sapori particolarmente attraenti per i teen. Non solo, il consumo non controllato delle sigarette elettroniche, porterebbe ugualmente a tumori e problemi cardiaci, oltre a danni alla pelle e ad organi interni. Il rischio potrebbe essere quello della creazione consentita di un'intera generazione dipendente dalla nicotina. E i cervelli degli adolescenti sono più sensibili a sviluppare una dipendenza da questa sostanza - che ha un effetto stimolante o calmante a seconda delle situazioni - rispetto a quelli degli adulti. La sua diffusione è stata definita addirittura "epidemica" e si sta lavorando a un piano per estendere il divieto alle fasce d'età più giovani.

La Fda fa sul serio per le sigarette elettroniche e-cig. Una decisione talmente tanto irremovibile che la Fda ha sottolineato come saranno ritirati dal mercato i prodotti delle aziende che non si atterranno alle indicazioni prescritte proprio in questi giorni seguendo il nuovo allarme. Dopo varie ricerche e inchieste, sono venute a galla numerose violazioni che porteranno all'emissione di circa 130 multe che vanno dai 279 dollari agli 11.000. Il provvedimento si rivolge anche ad aziende importanti come 7-Eleven e Walgreens che sono diventate ormai leader nel mercato delle e-cig.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE