Radiocor: Mattarella, non mercanteggiare fra di noi su bilancio Ue

Remigio Civitarese
Settembre 16, 2018

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tornerà a Genova per visitare il 58° Salone nautico internazionale, in programma da giovedì 20 a martedì 25 settembre. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un intervento sulla Stampa e Secolo XIX a un mese dal disastro che ha colpito il capoluogo ligure, facendo 43 vittime nel crollo del Ponte Morandi: la città "è stata colpita da una tragedia inaccettabile" e "ricostruire è un dovere". Mentre dall'Italia e da Bruxelles arrivano notizie di scontri (BOTTA E RISPOSTA TRA SALVINI E ASSELBORN), il Presidente apre quindi a un orizzonte di lungo periodo. E potremmo aggiungere che - ha proseguito il capo dello Stato - quegli altri che erano dalla parte dell'impero zarista hanno ritrovato libertà e indipendenza neppure trent'anni fa. "E' stato quello di abbandonare il passato mettendo in comune il futuro degli europei". Il presidente della Repubblica è intervenuto a margine del vertice del gruppo Arraiolos: "L'Italia - riporta il sito di Repubblica - è un contributore attivo dell'Unione ma non ho mai considerato questo rapporto sul piano del dare e avere, anche perché i benefici dell'integrazione non sono monetizzabili".

"Ora tutto questo è messo, oggi, in discussione e in crisi. Non è attraverso il calcolo contabile che si definisce il vantaggio che l'Unione assicura a tutti i suoi componenti", spiega ai suoi autorevoli interlocutori. Noi dobbiamo far comprendere, in maniera palese ed evidente, alle nostre pubbliche opinioni, ai nostri concittadini, che anche le realtà attuali, il mercato unico, lo spazio Schengen, l'unione monetaria, rispondono a questo stesso spirito, hanno lo stesso obiettivo: "mettere in comune il futuro degli europei". Va bene alzare la voce per svegliare troppi che a Bruxelles si fingono sordi, ma attenzione: "riproporre dentro l'Unione un clima che non è soltanto concorrenziale ma è di contrapposizione, che poi diventa contrasto, poi diventa ostilità" spinge l'Europa verso un tunnel che ha una sola uscita, il passato.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE