Conte: 'Risposta dell'Ue se non vogliamo un'altra Diciotti'

Remigio Civitarese
Settembre 18, 2018

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è appena arrivato a Palazzo Chigi dove sta avendo ora un faccia a faccia con il premier Giuseppe Conte, in vista del prossimo Consiglio europeo informale di giovedì a Salisburgo. Un asse per cambiare la linea nell'Unione Europea: "Se non vogliamo un altro caso Diciotti - dice Conte - abbiamo bisogno di una risposta europea: ho rappresentato la premura del mio Paese che si facciano maggiori investimenti nel Nord Africa".

Quanto alla vicenda del doppio passaporto, il cancelliere ha assicurato che l'Italia "non ha motivo di agitarsi: molti sudtirolesi desiderano il doppio passaporto che è anche previsto dal programma di governo".

"Puntiamo a un rafforzamento di Frontex entro il 2020, ma anche a un'estensione del mandato in modo che Frontex possa anche cooperare con i Paesi di transito con lo scopo di non far salpare le imbarcazioni cariche di migranti", ha dichiarato Kurz. "Abbiamo sempre messo in chiaro che agiremo d'intesa con Roma". "Conte ha poi aggiunto che "l'Austria è molto contenta" del lavoro fatto dell'Italia, che è riuscita a ridurre notevolmente il flusso migranti verso Italia di circa l'80 per cento". Kurz la pensa come Conte: al vertice europeo di giugno "si è parlato di rafforzare i confini esterni, di collaborare con i paesi africani, di rovinare il modello di business dei trafficanti". La posizione del governo italiano, ha sottolineato il capo del governo, come ribadito ieri dal ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, è fortemente contraria.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE