Emmanuel Macron a un disoccupato: "Mi basta attraversare la strada e un lavoro te lo trovo"

Cornelia Mascio
Settembre 19, 2018

Altra battuta controversa del presidente francese, Emmanuel Macron, colta in diretta dalle telecamere e registrata dai tanti telefoni presenti e poi pubblicata sui social. Il presidente francese è nel mirino delle critiche per un colloquio con un giovane cittadino disoccupato avvenuto ieri all'Eliseo, eccezionalmente aperto per la giornata del patrimonio. In tre giorni, la vendita di tazze con la faccia del presidente e braccialetti con il tricolore ha fruttato 350 mila euro, che saranno destinati al restauro del palazzo presidenziale. A lungo, il presidente, si è intrattenuto con la gente, stringendo mani, prestandosi a selfie e fermandosi a parlare.

"Ho 25 anni - dice il giovane a Macron -, sono agricoltore e continuo a mandare curriculum in giro, ma nessuno mi risponde". "Lei che lavoro vorrebbe fare?" gli ha chiesto Macron. "Se attraversassi la strada adesso, glielo troverei io". Neanche uno! Hotel, bar, ristoranti.

"È un disprezzo di casta inaccettabile", sostiene invece il deputato della France Insoumise Eric Coquerel. Anche i socialisti hanno alzato la voce: "questo presupporre sempre che i disoccupati non trovano lavoro perché non lo cercano è infelice" ha dichiarato la senatrice socialista Laurence Rossignol. Tra i prodotti che è possibile acquistare ci sono braccialetti con il motto ufficiale francese ("liberté, egalité, fraternité"), orologi decorati con il tricolore e tazze che raffigurano il presidente Macron. Lo scorso 30 agosto, in visita in Danimarca, Macron aveva suscitato un vespaio definendo i suoi connazionali "Galli refrattari ad ogni cambiamento". Ad aprile, durante una visita nei Vosgi, fu fischiato da un gruppo di contestatori e replicò: "Cosa vogliono?"

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE