Miss Italia, la napoletana arrivata seconda: "Non sono come il Napoli..."

Brunilde Fioravanti
Settembre 20, 2018

E scusate se è poco. E lei, sia chiaro, è bellissima. Chiara ha sfoggiato la sua protesi come un gioiello, perché in fondo a lei ciò che brilla di più è il cuore. E continua a rinascere e crescere in ogni importante traguardo che riesce a raggiungere nell'unico obiettivo che si è prefissata: mostrare al mondo che la "diversità non è vincolante".

Dopo averci provato nel 2011 ed essere stata eliminata alla terza selezione, la 26enne di Ascoli Piceno ci ha riprovato nel concorso di bellezza: "quest'anno mi sentivo pronta, più matura, anche se al concorso mi hanno iscritta mia madre e mio marito". "Capisco anche la scelta della giuria, perché la nostra cara Carlotta è una miss dentro l'anima, io invece sono un po' più... meno miss diciamo". Sono convinta, sono certa, che questo è un nuovo inizio, per una nuova carriera brillante. Quindi mi rivolgo a chi ha offeso Chiara, chiamandola storpia e voglio dire a queste persone: siete dei deficienti, i vostri genitori non vi hanno mai educato e un bello schiaffo non ve lo hanno mai dato.

Tra gioia, amarezza e delusione, Fiorenza D'Antonio, la miss arrivata seconda a Miss Italia 2018, ha scelto la sua pagina Facebook per i ringraziamenti e per togliersi - perché no - qualche sassolino dalla scarpa, a due giorni dalla finale che ha visto trionfare Carlotta Maggiorana, davanti alla stessa Fiorenza e a Chiara Bordi, arrivata sul gradino più basso del podio. "Tutto questo appoggio mi fa pensare che potrei darmi alla politica - scherza, con un sorriso - ma magari poi ne riparleremo, non credo che accadrà davvero". "Che dire, ho aspettato tantissimo il momento di tornare a casa e, ora che si avvicina, ora che è il momento dei saluti mi cresce un nodo in gola e sì, mi mancherà tutto questo".

Di me posso dire che mi sento cambiata, mi sento più forte, più sicura. Non c'è cosa che mi rende più felice, non c'è vittoria più bella! GRAZIE per avermi fatto vivere tutto questo, sarà sempre uno dei ricordi più belli da portere con me.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE