File spariti da Windows 10 dopo l'Update, pronta la patch

Rodiano Bonacci
Ottobre 11, 2018

Su Windows 10 v1809 è identificato con il codice KB4464330 e una volta installato porta il sistema operativo alla Build 17763.55 ma soprattutto risolve il problema sopraggiunto con October 2018 Update che causa la rimozione dei file personali sui PC che nelle Impostazioni dei Profili (criteri) di gruppo hanno attiva l'opzione per la cancellazione automatica dei profili utente dopo un tot di giorni. Questo non accade sempre, e moltissimi utenti hanno aggiornato a Windows 10 October 2018 Update senza alcun problema.

Microsoft ha dichiarato di aver fatto ripartire il rilascio dell'aggiornamento esclusivamente agli utenti Windows Insider per ricevere un primo feedback sulla correzione, per poi analizzarlo ed espandere la distribuzione pubblicamente se positivo.

La scorsa settimana Microsoft ha rilasciato Windows 10 October 2018 Update, per poi rimuoverlo a breve distanza per via di un grave problema segnalato da alcuni utenti. Sottolineiamo però che il fix rilasciato su Windows Update corregge il problema, ma non ripristina i file per chi li ha persi con l'installazione dell'October 2018 Update. "Questo è avvenuto sui sistemi in cui il Known Folder Redirection (KFR) era stato precedentemente abilitato, e in cui i file erano rimasti nella vecchia posizione originale della cartella anziché essere spostati nella nuova posizione reindirizzata". In tal senso, Microsoft ha introdotto anche la possibilità di comunicare la gravità del bug segnalata per i membri della piattaforma di testing Insider, uno strumento che può aiutare e velocizzare i tempi in casi come quello descritto sopra. In base al feedback ottenuto con Windows 10 April 2018 Update, gli utenti con KFR lamentavano la comparsa di una copia extra vuota delle cartelle sul loro dispositivo. Gli ingegneri di Microsoft sono incappati nella classica situazione in cui sistemando un errore ne emerge un altro, magari anche potenzialmente più pericoloso.

Secondo Microsoft, il bug era comunque limitato a una piccolissima, microscopica percentuale di utenti, e pare fosse legato alla funzione di reindirizzamento delle cartelle usata da alcuni utenti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE