Fmi taglia le stime del pil dell’Italia: "Preservare la riforma Fornero"

Cornelia Mascio
Ottobre 11, 2018

"Il nostro consiglio all'Italia - ha detto invece Vitor Gaspar, responsabile del Fiscal Monitor del Fmi - è costante da anni: sul piano delle politica di bilancio è necessario un consolidamento credibile e notevole nel medio termine per salvaguardare i conti pubblici e per mettere il debito su una traiettoria di calo". L'allargamento dello spread tra Btp e Bund tedeschi è da ricercare, secondo il Fondo, nella "possibilità di una retromarcia sul cammino delle riforme o nella eventualità di politiche che danneggino la sostenibilità del debito". E con particolare riferimento all'Italia, il Fondo monetario insiste sulla necessità di "preservare" le riforme pensionistiche e del mercato del lavoro e "ulteriori misure andrebbero perseguite", suggerisce, "quali una decentralizzazione della contrattazione salariale per allineare i salari con la produttività del lavoro a livello aziendale". "E' importante che il governo operi nel contesto delle regole europee".

"Abbiamo visto lo spread aumentare e questo ha contribuito al downgrade", ha spiegato Obstfeld, riferendosi al taglio delle stime crescita rispetto ad aprile.

L'Italia è considerata a rischio, troppo esposta e indifesa in caso di shock economici internazionali. India, Argentina, Turchia, e molti altri scenari economici preoccupano. Come scrive il capoeconomista del Fondo, Maurice Obstfeld, "il Pil si è appiattito a causa del materializzarsi dei rischi economici". Quindi esorta tutti gli stati mondiali a costruire "cuscinetti di bilancio", cioè scorte di fondi da utilizzare durante i momenti di crisi per far fronte alle emergenze conseguenti.

Revisioni al ribasso sulle previsioni di crescita dell'area euro e della sua locomotiva, la Germania.

All'interno dell'Outlook 2018 compaiono inoltre le stime per l'inflazione italiana, prevista all'1,3% quest'anno e all'1,4% nel 2019. "Non ci sarà un momento migliore di quello attuare per un'azione positiva", ha detto il capo economista del Fmi, MauriceObstfeld, al suo ultimo World Economic Outlook.

Il Fmi, tuttavia, ha messo in guardia il paese, e ha chiesto di mantenere invariate le riforme sul lavoro e le pensioni fatte dai governi precedenti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE