Google Camera disponibile per tutti gli smartphone | DOWNLOAD APK

Rodiano Bonacci
Ottobre 11, 2018

Purtroppo affinché il sistema funzioni come si deve deve essere sottoposto a un regime di allenamento fortemente dipendente dalla lingua parlata e dalla zona di residenza, motivo per cui anche negli Stati Uniti arriverà sui Pixel 3 a partire dal mese prossimo e a scaglioni, città per città. Pixel 3 e 3 XL sono in vendita dal 2 novembre a 899, 999 o 1099 euro a seconda della configurazione e solo su Google Store. C'è da chiedersi se a Google interessi sbancare o solo dimostrare quanto è brava.

La docking wireless costa 79 euro, e nella confezione rispetto allo scorso anno è stato inserito finalmente un carica batteria fast e ci sono anche un paio di auricolari di buona qualità con connettore USB Type C diretto, ma l'adattatore per il jack è comunque incluso nella scatola. Nonostante le informazioni trapelate anzitempo, nelle scorse ore il gigante di Mountain View ha presentato con un evento stampa i suoi nuovi top di gamma Android, che segnano definitivamente la linea firmata da Google: le funzioni sono più importanti della forza bruta dell'hardware. Presente la protezione garantita dal Gorilla Glass 5. Anche il vetro frontale è Gorilla Glass.

Interessante la nuova funzionalità che Google ha deciso di implementare nei Pixel 3 e 3 XL. E, ci spiega Juston Payne, Product Manager Pixel 3, il tuning audio è stato realizzato da un musicista che ha vinto diversi Grammy Award, e appoggiato sulla Pixel Stand lo smartphone rende quasi come un diffusore bluetooth. C'è anche il sensore di pressione: uno "squeeze" sulla scocca richiama Google Assistant. Anche tra Pixel 3 e Pixel 3 XL l'autonomia è identica: la batteria più grande viene usata per alimentare lo schermo con diagonale maggiorata. Titan M migliora la sicurezza del dispositivo proteggendo le credenziali di sblocco, la crittografia del disco, i dati delle app e l'integrità del sistema operativo. Ecco i prezzi forniti dal sito transalpino: Google Pixel 3 con storage interno da 64 GB costerà 859 euro, prezzo che salirà a 959 euro per la variante da 128 GB. Ha una doppia fotocamera frontale da 8 MPx e 12 per quella posteriore.

Mentre il primo avrà un corpo con cornici molto simile a quello della generazione precedente, il secondo adotterà l'oramai irrinunciabile notch, divenuto oramai una costante degli smartphone di ultima generazione. Alla fine di quest'ultimo, si vede anche una faccina spaventata, seguita dal logo di Google. Il passaggio tra la camera classica e quella grandangolare è seamless: basta un tocco oppure basta il classico punch to zoom sullo schermo.

Entrambi i modelli di smartphone integrano Google Lens e le funzioni Scatto Migliore e Cogli l'attimo, che permetteranno di immortalare con più precisione l'immagine, senza rischiare di avere soggetti mossi o con gli occhi chiusi.

Rivoluzioni anche per la camera principale: resta da 12 megapixel ma grazie ad un nuovo sensore è molto più veloce. Google a completamento delle modalità di scatto già presenti, come l'eccezionale ritratto, aggiungerà più avanti nel corso dell'anno una modalità "notte" e un "super zoom" che si appoggiano al machine learning. Spostando il sensore nelle varie direzioni si riescono a fare foto da 80 o 90 megapixel, Google non sposta il sensore ma usa il micro-spostamento della mano per creare una foto gigante dalla quale, tramite crop, ricavare l'area di zoom. Una soluzione simile, quella del grandangolo, a quella vista per il medesimo scopo anche su LG G6. Google afferma di aver migliorato comunque la nitidezza, la resa della fotocamera in generale, la dinamica delle foto e la qualità dell'unica lente presente, apertura f/1.8. Manca la ripresa 4K a 60 fps, si ferma a 30 fps. Quando fate una foto in movimento, questa funzionalità scatta foto alternative in HDR+, per poi suggerire la migliore, anche se non era esattamente quella dell'istante in cui avete premuto il pulsante, in cui tutti sorridevano e guardavano l'obiettivo.

Google ha annunciato Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL per l'Italia in tre diversi colori, tutti molto sobri: bianco, nero e rosa (in inglese, definito simpaticamente "not pink").

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE