Papa: "Abortire è come affittare un sicario per risolvere un problema"

Remigio Civitarese
Ottobre 12, 2018

"Non è giusto fare fuori un essere umano per risolvere un problema, è come affittare un sicario per risolverlo".

Durissimo attacco del papa contro l'aborto.

Durante l'udienza generale, parlando del comandamento "Non uccidere", il pontefice ha spiegato che "un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti". "Come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare?", ha chiesto ai 25mila fedeli arrivati da tutto il mondo. Dalla paura. L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo. I genitori, in questi casi drammatici, hanno bisogno di vera vicinanza, di vera solidarietà, per affrontare la realtà superando le comprensibili paure. Dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita! "La vita vulnerabile ci indica la via di uscita, la via per salvarci da un'esistenza ripiegata su sé stessa e scoprire la gioia dell'amore", ha aggiunto. "Non si può disprezzare ciò che Dio ha tanto amato!".

Ecco, proprio questa "invadenza", intesa come insistenza e atteggiamento di fiducia nella persona che si interpella, è ciò che serve nella preghiera. Anche quello di un bimbo magari non cercato, ma offerto all'Io come possibilità.

Quindi il monito ai giovani ai quali è dedicato il Sinodo dei Vescovi in corso in Vaticano: "A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza!"

"Tutto il male nel mondo si riassume in questo: il disprezzo per la vita", sottolinea il papa.

Che richiama anche un aneddoto personale dei tempi di Buenos Aires che avvalora le sue parole: "Un uomo, un operaio, aveva una figlia in fin di vita, i medici non avevano dato alcuna speranza e lui ha percorso 70 chilometri per andare fino al Santuario della Madonna di Luján".

Nel Vangelo Gesù racconta di un uomo che a mezzanotte bussa alla casa di un amico per chiedergli qualcosa da mangiare.

Di tutta risposta il ginecologo Viale stamane ha scritto sulla sua pagina facebook un post replicando al pontefice: "Tutti coloro, comprese le ministre, che fanno diagnosi pre-natale, lo fanno per sapere se dovranno abortire". Tu sei un'opera di Dio! "Il suo insegnamento, il suo esempio di santità e la sua intercessione, guidino e proteggano il nostro cammino quotidiano, a volte difficile, sulle strade del Signore".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE