Ucraina, Shevchenko: "Sarà dura. Modello? Ancelotti mi ha dato tanto"

Paola Ditto
Ottobre 12, 2018

"Sono felice di giocare in questa squadra contro gli azzurri, e siamo vicini al popolo genovese la terribile tragedia del crollo del ponte, la città ha piena solidarietà da parte nostra". Le caratteristiche della tua Nazionale. Noi non avremo Yarmolenko per il resto vediamo stasera. Vorrei fare una bella partita e mettere in campo una squadra competitva. Mancini è un allenatore esperto, ha vinto tanto, sa che cosa serve.

Lei sta costruendo qualcosa, però anche Mancini è dovuto ripartire dopo la delusione del Mondiale mancato: come giudica questa Italia? Italia in difficoltà nel ruolo di centravanti?

E' un Pareggio che non va per nulla bene all'Italia, che ormai non vince da molto tempo, mentre è un pareggio che soddisfa la nazionale ucraina. Forse non hanno ancora trovato lì davanti un giocatore di grande spessore, però hanno grande qualità. E io sono entusiasta del Milan che finalmente ha trovato la direzione. In questo momento penso soltanto a portare l'Ucraina agli Europei dopo essere rimasta fuori dal Mondiale.

"E' difficile da spiegare, se non riuscite a trovarla voi una spiegazione (sorride ndr)". Bisogna dare un po' di tempo.

"E' la squadra più forte, ma purtroppo molti giocatori forti non giocano titolari". Sarà una partita particolare per l'Italia, ma anche per noi. Berlusconi ha comprato il Monza, tu in panchina? E' bello che sia ritornato nel calcio insieme a Galliani. In Italia ho incontrato mia moglie, in Italia è nato il mio primo figlio Jordan... Abbiamo un compito importante. Quando sono arrivato sul pullman per Marassi erano già tutti lì a ridere: ero in ritardo, stanchissimo, ma anche con tanta energia nuova addosso. "Devono lavorare, ma torneranno in alto".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE