Di Maio: "Alitalia, una newco con Ferrovie e Mef per il rilancio"

Cornelia Mascio
Ottobre 13, 2018

L'obiettivo, oltre a quello turistico, è anche quello di rilanciare Alitalia e il suo ruolo strategico per l'offerta del turismo in Italia.

Il vicepremier Luigi Di Maio, intervistato dal Sole 24 Ore, ha annunciato l'intenzione di trasferire Alitalia ad una "new company" con un capitale iniziale tra 1,5 e 2 miliardi; una dotazione partecipata dal Ministero del Tesoro, dal gruppo pubblico Ferrovie dello Stato e da un "partner industriale internazionale".

"L'Italia è un'industria straordinaria per il turismo e per valorizzarla vogliamo rendere efficiente e attrattivo il sistema di trasporto" ha ribadito il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in visita in Etiopia. In Svizzera, ad esempio, con alcune carte-viaggi delle SBB si può viaggiare alternativamente su treni e traghetti ma nessuno, fino adesso, ha realizzato un biglietto unico treno-aereo. Continua la Camusso, come riportato dai colleghi di Andkronos: "Il giudizio è positivo sull'attenzione ai lavoratori, sul resto l'impegno è importante ma bisogna che si concretizzi davvero".

"Il dossier è nelle mani del ministro Di Maio, ci siamo aggiornati, dobbiamo assolutamente fornire una soluzione e fare sistema, creare sinergie con le Ferrovie dello Stato perché il trasporto aereo e quello ferroviario non possono essere sganciati, abbiamo allo studio una newco e confidiamo a breve di realizzarla", ha detto Conte.

È in corso al Mise il vertice tra sindacati e Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio per contrattare, ancora una volta, sul tema Alitalia: la notizia rimbalzata oggi tanto dal Premier Conte quanto al vicepremier del M5s, è quella di una newco (Nuova Impresa) che vede la partecipazione di Ferrovie dello Stato e del Ministero dell'Economia.

Il ministro dello sviluppo economico, venerdì mattina ha illustrato il piano ai sindacati assicurando che "si impegnerà a una tutela più ampia e possibile dell'occupazione", e affermando che "arriveremo alla scadenza del 31 ottobre con un'offerta vincolante o comunque una manifestazione di interesse seria e concreta". Nessuna proroga è prevista, ha aggiunto, per il prestito ponte da 900 milioni concesso dal precedente governo e che dovrebbe essere restituito da Alitalia entro il prossimo 10 dicembre. La nuova società, secondo il progetto del ministro Di Maio, avrà una dotazione iniziale di due miliardi "che consente ad Alitalia di tornare competitiva e di avere nuovo slancio. Una dotazione che le consente di emergere dalla linea di galleggiamento", spiega il leader M5s.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE