Sondaggio: l'Italia è la più euroscettica, il 56% voterebbe no alla Ue

Cornelia Mascio
Ottobre 19, 2018

In caso di referendum nel proprio Paese sulla falsariga di quello della Brexit, solo il 44% degli italiani voterebbe per restare nell'Ue, contro il 66% a livello europeo. Lo rivela un sondaggio Eurobarometro in base al quale la percentuale degli indecisi nel Belpaese è pari al 32%, la più alta nell'Unione.

Il sondaggio quindi ha evidenziato come il 43% degli italiani voterebbe in favore di una permanenza, il 23% per una uscita e il 30% si è dichiarato indeciso tra quelli che si recherebbero alle urne. Tra i britannici oggi solo il 35% è per il leave. Durante le dichiarazioni alla stampa Tria e Moscovici tirano di fioretto, ma la pedana balla e non riesce a reggere il peso delle distanze, che deflagrano pochi minuti dopo, quando si palesa l'evidenza che un punto di caduta non c'è. Per il 68% degli europei, invece, il proprio Paese ha beneficiato dell'appartenenza all'Ue, il dato più alto dal 1983, mentre per il 62% è positivo appartenere all'Unione, il dato più alto dal 1992. Il 48% degli intervistati vorrebbe che l'Ue svolgesse un ruolo più significativo in futuro, mentre il 27% preferirebbe fosse ridimensionato. Un terzo (32%) degli europei ha un'opinione positiva sul parlamento europeo, un quinto (21%) esprime un parere negativo e una maggioranza relativa (43%) rimane neutrale.

Con le elezioni europee che si avvicinano, si voterà a fine maggio, è palpabile una sorta di avversione degli italiani verso l'Unione Europea: se da Bruxelles poi dovesse arrivare una (molto probabile) bocciatura in merito alla Manovra, questo scetticismo potrebbe aumentare. "In Italia il gradimento per l'Euro supera la media europea - 65% contro il 61% -, ed è cresciuto del 4% rispetto a marzo 2018". Eurobarometro infatti è uno strumento del Parlamento Europeo, che dal 2007 con periodici sondaggi monitora la percezioni dei cittadini su temi legati all'Unione. Però "non possiamo certo cullarci sugli allori". I numeri arrivano dall'ultimo sondaggio di Eurobarometro, secondo cui il dato relativo al nostro Paese è il peggiore tra i 28 Stati membri. "Dobbiamo raddoppiare gli sforzi per dimostrare che l'Unione sa dare risposte davvero efficaci ai principali problemi degli europei, come immigrazione, sicurezza e disoccupazione".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE