Figlio di Vasco Rossi a processo

Brunilde Fioravanti
Ottobre 22, 2018

Brutta gatta da pelare per il figlio di Vasco Rossi. Tutti e due nel momento dell'incidente avevano bisogno di aiuto ma, da quanto emerso Davide Rossi non si è fermato e non ha nemmeno chiamato il 118.

L'incidente automobilistico avvenne il 16 settembre del 2016 a Roma, nel quartiere della Balduina. Per questo, Davide Rossi, 32 anni, primo figlio del famoso cantautore Vasco Rossi, è stato citato a giudizio dalla Procura di Roma. In auto c'era anche un suo amico, Simone Spadano di 34 anni, il quale dovrà difendersi dall'accusa di favoreggiamento. Secondo gli inquirenti il 34enne avrebbe dichiarato il falso nel dire che era stato lui alla guida. Il giovane - si apprende leggendo il capo d'imputazione - proveniva da via Elio Donato e procedendo a bordo della sua auto Audi Q5 "a velocità elevata" (e, in ogni caso non commisurata in prossimità di intersezione stradale) all'incrocio con via Duccio Galimberti, non avrebbe rispettato il segnale di stop. "Subito dopo l'urto", il 31enne si allontanò dal luogo dell'incidente senza ottemperare "all'obbligo di prestare assistenza alle persone". Le due donne coinvolte hanno riportato ferite giudicate guaribili in 40 giorni.

Il prossimo 15 gennaio Davide Rossi e Simone Spadano dovranno rispondere delle loro azioni nel corso della prima udienza del dibattimento. Al 34enne amico di Davide Rossi, difeso dall'avvocato Fabrizio Consiglio - in particolare - viene contestato di avere aiutato il figlio del cantante "ad eludere le indagini dichiarando di essere stato lui al volante dell'autovettura e il responsabile del sinistro stradale sottoscrivendo il modulo di constatazione amichevole di incidente".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE