L’olio d’oliva aiuta a combattere e prevenire i tumori

Modesto Morganelli
Novembre 1, 2018

"L'olio extravergine di oliva - spiega Moschetta - è ricco di acido oleico, una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare".

L'olio extravergine d'oliva è nemico del cancro all'intestino. Lo studio, nello specifico, è stato condotto da un gruppo di ricercatori di Bari guidati dal professor Antonio Moschetta dell'università Aldo Moro e sarà pubblicato sul numero di novembre della rivista scientifica del settore 'Gastroenterology'. A dimostrare questa incredibile proprietà benefica sono stati i risultati emersi da una recente ricerca condotta dall' Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro).

L'acido oleico contenuto nell'olio extravergine di oliva è prodotto anche dal nostro organismo, per cui i ricercatori hanno compreso che doveva trattarsi di una molecola dalle funzioni molto importanti.

In particolare lo studio si è soffermato sulla presenza di una molecola contenuta nell'olio di oliva: l'acido oleico. Per arrivare a questa scoperta sono serviti ben cinque anni di lavoro nei laboratori del policlinico della città pugliese che hanno portato a collaborare con tre professionisti francesi di Tolosa, uno di Cambridge e un americano. In studi preclinici abbiamo potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute. La scintilla è un'intuizione dello scienziato barese, poi condivisa dal collega d'Oltralpe Simon Ducheix. La scienza suggerisce inoltre di consumare quello di produzione italiana, perché - ha concluso Moschetta - "se lo si paragona agli oli prodotti per esempio in Nord Africa, risulta più ricco in acido oleico che in acido palmitico, offrendo quindi un ottimale bilanciamento di acidi grassi". "Esso ha infatti la capacità di creare una barriera che blocca l'infiammazione delle cellule intestinali e previene il tumore", ha commentato Moschetta.

"Se invece nella dieta si aggiunge acido oleico - ha spiegato l'esperto -, si ripristina la normale fisiologia intestinale con riduzione dell'infiammazione e protezione contro la formazione dei tumori".

"Il nostro olio d'oliva extravergine ideale per difendersi dal tumore al colon".

Conclusioni. Lo studio permette di pensare a sfruttare le proprietà benefiche dell'acido oleico per ridurre l'insorgenza del tumore nei pazienti che soffrono di infiammazione intestinale o di tumori intestinali: l'olio potrebbe dunque essere impiegato per rallentare la crescita della malattia e migliorare gli effetti dei trattamenti tradizionali oggi utilizzati.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE