Piazza Affari la peggiore in europa. Crollano Leonardo e Tim

Cornelia Mascio
Novembre 9, 2018

L'Europa ha chiuso in rosso (Parigi -0,48%, Madrid -0,45% e Londra -0,5% circa%), con l'eccezione di Francoforte (+0,02%), all'indomani delle decisioni della Federal Reserve, che ha confermato una nuova stretta sui tassi a dicembre.

A livello settoriale si muovono male i titoli oil con cali nell'ordine dell'1,5 per cento per Eni e Saipem.

Shanghai chiude a -0,68%, focus su Midterm Usa - Le Borse cinesi virano in negativo nel finale con l'attenzione rivolta all'esito dei risultati del voto di Midterm negli Usa per i relativi effetti sullo scontro commerciale Washington-Pechino: l'indice Composite di Shanghai cede lo 0,68% e si attesta a 2.641,34 punti, mentre quello di Shenzhen perde o 0,43% scivolando a quota 1.340,37.

La Borsa di Milano ha aperto positiva. Tuttavia secondo gli analisti occorrera' un quarto trimestre molto brillante per centrarli.

Il petrolio è in calo a 62,88 dollari per il barile Wti e a 72,70 dollari per il Brent. Per il 2019, Bruxelles prevede un deficit-Pil al 2,9%, per il 2020 al 3,1%.

Positiva anche Unipol (+0,55%, ma nella prima parte della seduta era arrivata a guadagnare piu' del 2%), dopo i conti positivi dei nove mesi, che hanno evidenziato un utile netto consolidato di 843 milioni, un combined ratio al 94,5% e raccolta in crescita del 5,1%. Hanno deluso, seppure di misura, anche l'Ebitda e i ricavi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE