Michelle Obama rivela: "Mie figlie concepite in vitro". Scontro con Trump

Remigio Civitarese
Novembre 10, 2018

Michelle Obama ha avuto un aborto spontaneo 20 anni fa e ha fatto ricorso alla fecondazione in vitro per avere Malia e Sasha, le sue due figlie, che oggi hanno 20 e 17 anni. La rivelazione è contenuta nel libro di memorie che Michelle ha appena pubblicato: sorriso smagliante, maglia bianca casualmente lasciata cadere su una spalla, Michelle appare in forma smagliante sulla copertina del libro, Becoming.

Parlando del libro con i giornalisti della Abc, Obama ha duramente attaccato Donald Trump, che aveva appoggiato e aiutato a diffondere la teoria secondo cui Barak Obama non è nato negli Stati Uniti e quindi non avrebbe potuto essere eletto presidente. La Obama ha detto che non perdonerà mai Trump: "L'intera vicenda del certificato era una pazzia e una meschinità, con nascoste intolleranza e la xenofobia". Ma era anche pericolosa, perché poteva provocare deliberatamente dei matti. "E per questo non lo perdonerò mai".

La risposta di Donald Trump non si è fatta attendere.

"Quello che Obama ha fatto alle nostre forze armate ha reso il nostro Paese molto a rischio per tutti noi", ha aggiunto Trump, ribattendo alle critiche mosse dall'ex first lady che lo accusa di aver messo in pericolo la sua famiglia con sostenendo la teoria dei 'birther'.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE