Mancini ha deciso, Sirigu in porta per il match contro gli Usa

Brunilde Fioravanti
Novembre 20, 2018

"Siamo qui per vedere i giocatori come Tonali".

Serve tempo, sono necessari i talenti, ma anche idee chiare e voglia di rischiare.

Il ct dell'Italia avrà l'occasione di testare i tanti giovani convocati in occasione dell'amichevole contro gli Usa, ultima sfida prima che i calciatori ritornino nei club di appartenenza per l'inizio dei rispettivi campionati.

La ruota girerà prima o poi, abbiamo attaccanti che sanno buttare dentro la palla.

Come pensa di risolvere il problema del gol? Uno 0-0 che ha confermato il problema che hanno i Mancio-boys in zona-gol. Il ct azzurro, Roberto Mancini, si esprime così sulle difficoltà realizzative della sua Nazionale. "Per quanto ci riguarda l'importante l'importante è continuare a giocare, poi i gol arriveranno perchè i nostri giocatori sono bravi", ha aggiunto Mancini. Gli Stati Uniti sono un avversario giovane, con giocatori di qualità, Pulisic su tutti, che sono quasi tutti in Europa.

"Il gruppo ha lavorato bene, bruciando un pò le tappe ma c'è ancora tanta strada da fare".

Un giocatore della Juventus, uno del Napoli, uno della Roma, uno della Lazio e uno del Chelsea. Salomonico il c.t. che ha deciso di mandare a casa Chiellini, Insinge, Florenzi, Immobile e Jorginho, che si preparano a un grande tour de force considerato che non ci si fermerà più fino alla fine del 2018, e anzi in parecchi saranno chiamati agli straordinari. Penso potranno avere delle possibilità. Contro gli Stati Uniti vedremo ancora un centravanti classico: "Se sta bene gioca Lasagna".

Fra i pali invece ci sarà Sirigu.

Chi giocherà in porta? Appena sta bene vorremmo chiamare Meret perchè ne parlano tutti bene. Mi aspetto che la squadra continui a giocare. Abbiamo fatto un sacrificio per fare un favore alle squadre. Sono contento di lui, con il Portogallo è capitato in una giornata sfortunata.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE