Quota 100, Boeri: "I conti sono sbagliati"

Cornelia Mascio
Novembre 21, 2018

"È doveroso dare le giuste informazioni a tutti gli italiani: se noi permettiamo di andare in pensione prima, come ad esempio con un requisito di 38 più 62, e non parliamo di quota 100 perché può essere fuorviante, e il primo anno prevediamo delle finestre che di fatto ritardano l'uscita verso la pensione, inevitabilmente il secondo anno in cui questa misura è in vigore costerà di più che nel primo". "E' inammissibile che il presidente di un organo di controllo vada tutti i giorni sui giornali a fare politica", le sue dichiarazioni. Mentre Salvini torna a ribadire l'impegno preso con gli italiani di "cominciare a smontare una legge ingiusta come la Fornero e in questa manovra ci sono miliardi per aiutare migliaia di italiani a uscire dalla gabbia che si chiama legge Fornero".

Il governo ci ha chiesto delle simulazioni e ne abbiamo fatte tantissime.

Matteo Salvini ha voluto rispondere alle critiche di Boeri puntando il dito contro il numero uno dell'Inps. E a una domanda sugli inviti a dimettersi, risponde: "Se il presidente del Consiglio mi convocasse e mi dicesse che non c'è più fiducia in me, non aspetterei un minuto di più".

"L'idea di una dotazione piatta e costante a sette miliardi l'anno non è minimamente supportata", ma "quando ho sollevato il problema, ho avuto solo aggressioni verbali e tentativi di screditarmi", ha detto ancora Boeri.

Infine oltre a spiegare il concetto di penalizzazioni sempre riferito alle pensioni "non sono penalizzazioni ma correzioni salariali sulla parte contributiva delle pensioni" nell'intervista si tocca anche il tema del reddito di cittadinanza. Quindi, a suo dire, i conti non tornano. A questo punto non vorrei si arrivasse a soluzioni incompatibili con le risorse accantonate. Ma il suggerimento che il Presidente dell'Inps invia al Governo è di coinvolgere i Comuni che "hanno la maggiore esperienza e prossimità". "Noi all'Inps per primi ci troveremmo in una posizione difficile". "Ci sono enormi interessi economici in ballo - ha aggiunto - Ovunque tu ti muova, vai a toccare interessi economici stratificati da anni". "Lui voleva applicare un ricalcolo generalizzato, quindi con un taglio alle pensioni altissimo e quindi abbiamo scelto di fare un altro percorso".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE