Todt a casa Schumacher: "Ho visto il GP del Brasile con Michael"

Paola Ditto
Dicembre 6, 2018

Commovente rivelazione fatta da Jean Todt. La scelta di rompere il silenzio sembra nascondere la volontà di raccontare un miglioramento nelle condizioni di salute del pilota, dopo il terribile incidente sulle nevi francesi di Meribel di cinque anni fa.

È stato lo stesso Jean Todt a raccontarlo in un'intervista al giornale tedesco Auto Bild: "Sono sempre cauto quando dico qualcosa - le parole di Todt - ma è vero che ho visto il gran premio del Brasile 2018 in Svizzera con Michael Schumacher". L'ex team principal della Ferrari - vincitore con la "Rossa" di undici campionati del mondo insieme al tedesco (sei costruttori e cinque piloti) - è legato a Schumacher da una grande amicizia.

Continua a esserci molto riserbo sulle reali condizioni di salute di Michael Schumacher, l'indimenticabile campione di Formula Uno simbolo della Ferrari e dell'automobilismo in generale: a parlare è Jean Todt, che era alla guida del Cavallino e oggi è presidente Fia. Todt non ha aggiunto altro su Schumacher nell'intervista, e ha confessato di "sentirsi frustrato" per l'eccesso di pubblicità trasmessa in tv durante il gara. Ecco perché la pubblicità non mi infastidisce così tanto. Ma mi sarebbe piaciuta una di quelle finestrelle nell'angolo con cui non avrei perso la gara completamente. Quando vedo una gara, voglio essere in grado di capirla. Elogi invece per i giornalisti e i commentatori del settore: "Sono molto competenti". So quanto sia difficile questo lavoro. "E ho sempre consigliato anche a Schumacher di non farlo". Il tempo con Michael sarà sempre ricordato come il migliore della mia vita. "Vado a fargli visita almeno due volte al mese".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE