Volkswagen, il carburante rigenerato R33 BlueDiesel abbatte le emissioni

Cornelia Mascio
Dicembre 6, 2018

La tendenza delle case automobilistiche è sempre più chiara ed evidente ed è quella della ricerca di nuove soluzioni ecologiche sia in termini di nuove auto e sia di carburanti innovativi, come dimostrato dal caso di Volkswagen.

Volkswagen ha completato con successo la fase di test per un combustibile rinnovabile di nuova concezione: R33 Blue Diesel. E si tratta di una scoperta che va di pari passo con il biometano con cui promette di rivoluzionare il sistema dei trasporti. Dati alla mano, all'atto pratico ciò consente di ridurre "Fino al 20%", rispetto al gasolio "tradizionale", le emissioni di CO2. Inoltre, il carburante può essere utilizzato dai motori Diesel senza bisogno di conversione, poiché rispetta appieno gli standard del gasolio. Il fornitore è Shell in collaborazione con Tecosol e Neste. Questi ultimi, anziché essere smaltiti, vengono riutilizzati in modo "intelligente" facendo ricorso a moderni processi di trattamento e di filtraggio. Quindi R33 Blue Diesel raggiunge un contenuto organico fino al 33%, basato esclusivamente su materiali residui e rifiuti.

Il grasso viene filtrato, ripulito e processato in una miscela di paraffina o biodiesel, che viene poi aggiunto al gasolio tradizionale. Un'altra stazione di prova è stata avviata anche allo stabilimento Volkswagen di Salzgitter. La scorsa estate, hanno cominciato a erogare R33 anche alcuni partner del progetto come Robert Bosch GmbH. In futuro, si aggiungeranno altre stazioni. L'R33 BlueDiesel è particolarmente adatto ad aziende che utilizzano molto veicoli Diesel in virtù delle grandi autonomie e tuttavia vogliono tutelare l'ambiente.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE