Direttrice finanziaria di Huawei arrestata in America, rischio di crisi diplomatica

Cornelia Mascio
Dicembre 7, 2018

Questi timori hanno spinto l'alleanza di Paesi anglofoni Five Eyes a bandire, quasi in blocco, la compagnia da cinese da ogni coinvolgimento nella parte "core" di una tecnologia strategica come il 5G (una presa di posizione, spiegava su queste colonne il professor Carlo Alberto Carnevale-Maffè, dettata dal fatto che le autorità Usa hanno chiesto alle aziende di Pechino architetture verificabili, così da poter essere sottoposte allo scrutinio delle istituzioni deputate alla sicurezza, e ha bandito chi non assicurava questi requisiti).

Anche la Borsa di Zurigo - come le altre principali piazze europee - segna un forte calo: alla chiusura l'SMI è in profondo rosso, ha perso il 3,13% a 8'660.03 punti, quello allargato SPI il 3,01% a 10'128.86 punti.

Roma. Fino a oggi, la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti è stata una questione di annunci, conferenze stampa, tweet presidenziali, retroscena sui giornali. Mang comparirà in tribunale venerdì per un'udienza sulla cauzione.

L'arresto di Meng Wanzhou rischia di scatenare una crisi diplomatica fra Cina e Canada, ma anche fra Cina e Stati Uniti. Il padre è il fondatore del colosso, ed è un ex ingegnere dell'esercito di Liberazione Popolare cinese. L'azienda ha ricevuto poche informazioni riguardo le accuse e non è a conoscenza di alcun illecito da parte della signora Meng. "Huawei rispetta tutte le leggi e le regole dei Paesi in cui opera, incluse quelle in materia di controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Stati Uniti e dell'Ue", conclude la nota. Un portavoce del ministro degli Esteri cinese ha invece sottolineato che la Cina vuole che Meng venga rilasciata e che gli Stati Uniti "salvaguardino i diritti e gli interessi legittimi della persona coinvolta". Huawei era già nel mirino degli USA, che non hanno mancato nei mesi scorsi di accusare l'azienda di spionaggio attraverso i propri dispositivi e infrastrutture. I dettagli non sono stati rivelati, ma gli Stati Uniti starebbero indagando per la presunta violazione delle sanzioni americane all'Iran. L'alto dirigente sarebbe oggetto di un'inchiesta che riguarda la violazione delle sanzioni americane contro l'Iran.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE