Sei marines dispersi dopo collissione a largo del Giappone

Remigio Civitarese
Dicembre 8, 2018

A metà ottobre, un MH-60 Seahawk anche appartenendo alla Ronald Reagan si è schiantato fuori il Mare Filippino, poco dopo il decollo, causando infortuni non mortali di una dozzina di marinai. Il portavoce del Ministero della Difesa di Tokyo ancora non ha confermato lo status delle ricerche attorno alle acque sopra le quali si stavano esercitando gli aerei militari della Marina americana. Gli incidenti militari statunitensi sono un argomento delicato in Giappone, in particolare per i residenti della prefettura meridionale di Okinawa, che ospita la maggior parte della presenza statunitense nel paese.

Scontro fra due aerei militari degli Stati Uniti nei cieli del Giappone.

Cinque marines dispersi dopo un incidente aereo
Huawei: Giappone verso divieto a colosso cinese da appalti

Un caccia militare FA-18 e un aereo turboelica rifornitore KC-130 statunitensi sono entrati in collisione durante un'esercitazione a 100 chilometri da Capo Muroto, in Giappone, precipitando successivamente. Entrambi i velivoli sono decollati dalla base dei Marines degli Stati Uniti a Iwakuni, a sud-ovest di Hiroshima, e hanno condotto un "volo di addestramento pianificato". A bordo vi erano complessivamente sette membri d'equipaggio: due uomini sono stati recuperati, mentre gli altri cinque risultano dispersi. Le operazioni di soccorso sono in pieno svolgimento. E' stata aperta un'inchiesta interna per ricostruire la completa dinamica di quanto avvenuto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE