Strage al concerto di Sfera Ebbasta: sei morti

Brunilde Fioravanti
Dicembre 8, 2018

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il 118. Le vittime sono minorenni: due ragazzi e tre ragazze. Il questore di Ancona Oreste Capocasa ha dato invece una versione diversa, sostenendo che le porte di sicurezza si siano aperte ma che abbiano ceduto dei parapetti all'esterno del locale, facendo cadere le persone che erano uscite. E' il primo, drammatico bilancio di quanto accaduto durante il concerto del rapper Sfera Ebbasta, autentica star della musica per giovanissimi e molto seguito sui social. Un centinaio di persone sono rimaste ferite, 10 dei quali in modo grave.

Durante l'evento qualcuno ha spruzzato dello "spray urticante", scatenando il panico. I carabinieri, che conducono le indagini, stanno interrogando i presenti per comprendere nei dettagli la dinamica e per individuare chi ha utilizzato lo spray urticante. Queste le parole dell'uomo in diretta: "Mio figlio e i suoi amici sono stati fortunati perché la corriera che avevano preso per andare al concerto ha fatto tardi ed è arrivata poco prima che il fatto succedesse e quindi non hanno fatto neanche in tempo ad entrare". La tragedia è avvenuta la notte dell'8 dicembre a Corinaldo (in località Madonna del Piano), nel locale Lanterna Azzurra. Incredibile, talvolta la fatalità combina cose assurde. Con "Rockstar" è cambiato tutto, migliaia di dischi tra vendite e streaming, singoli in classifica per settimane, così come l'album e un fenomeno impossibile da non prendere in considerazione anche per l'effetto talvolta controverso delle sue canzoni in cui il disagio giovanile, le origini difficili, il senso di rivalsa si mescolano a temi come sesso e droga. Era difficile entrare ed uscire. Il vice premier ha espresso il suo cordoglio e ha anticipato che nel corso della manifestazione della Lega a Roma si osseverà un minuto di silenzio. "A quanto pare, chi ha usato lo spray urticante sarebbe stato già individuato". E' quanto emerge da una prima ricostruzione di carabinieri e vigili del fuoco, anche grazie alle testimonianze dei presenti. Alcuni ragazzi raccontavano: "Sembrava un fumogeno", altri aggiungevano: "L'aria è diventata irrespirabile". Quello che scaturisce da un qualcosa che si può identificare in una 'bravata' è: sei morti, tutti minorenni e qualcosa come 120 feriti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE