"Mai a letto con 50enni, troppo vecchie", bufera su Yann Moix

Brunilde Fioravanti
Gennaio 11, 2019

Nomi e immagini di testimoni che, a 50 anni suonati e anche superati, sono emblemi di un fascino che fa scuola alle più toniche pivelle sono rimbalzati da ogni account, di donne come di uomini allibiti da affermazioni simili che, lungi dall'essere ritrattare, sono state rivendicate ulteriormente da Moix.

Parigi, 8 gen. (askanews) - Una pioggia di critiche si è abbattuta sullo scrittore francese Yann Moix che, amante delle provocazioni, ha detto in una intervista di essere "incapace di amare una donna di 50 anni" nonostante abbia 50 anni anche lui. "Il corpo di una donna di 50 non lo è per niente". "Il corpo di una donna di 50 anni non lo è affatto".

Stavolta, il tema è la sessualità e Moix - onnipresente sui media per la promozione del suo ultimo lavoro, 'Romprè - non si è rifugiato dietro il politically correct: "vi dico la verità, a 50 anni non sono capace di amare una donna di 50 anni". "Preferisco il corpo delle donne più giovani, semplicemente". Ho storie soltanto con asiatiche, essenzialmente coreane, cinesi, giapponesi. Yann ha offeso le donne della seconda età, ovvero quelle che vanno dalla cinquantina in su. "Molti non sarebbero in grado di confessarlo perché è razzista - prosegue Moix - forse è triste e riduttivo per le donne con cui sto, ma il genere asiatico è abbastanza ricco, ampio e infinito da non farmi provare vergogna".

Come è facile immaginare a queste esternazioni sessiste hanno fatto seguito sui social violente reazioni di sdegno e condanna verso lo scrittore francese. Il tweet più ironico è stato quello dell'attrice Marina Fois: "Mi restano soltanto un anno e 14 giorni di tempo per andare a letto con Yann Moix, Insciallah, si può fare". "Ma si rende conto che è orribile?", domanda allora la giornalista.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE