Banca Carige, il ministro dell'economia Tria: "Nazionalizzazione a termine"

Cornelia Mascio
Gennaio 12, 2019

Sono queste le misure previste dal decreto Carige, varato lunedì sera dal governo per il salvataggio della banca genovese (LA STORIA DI CARIGE). Siamo arrivati a una riduzione di oltre 1,5 miliardi di crediti non buoni che ci ha consentito di scendere da un ratio del 30% all'ordine del 20%. E Matteo Salvini aggiunge, da Varsavia: "L'obiettivo è salvarla sotto lo Stato".

"Da notizie riportate anche dalla stampa si apprende che il Premier Conte è stato socio dell'avvocato Guido Alpa, a lungo consigliere di Carige e della sua Fondazione, ed è stato consulente del finanziere Raffaele Mincione, banchiere azionista dell'istituto di credito oggetto del provvedimento".

"Toti e Modiano contrari?" Questo, al fine di garantire la stabilità della raccolta a medio termine nell'attuale fase di transizione traendo beneficio dal decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri. Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, al question time alla Camera. Intanto la Commissione europea vigila: "È in contatto con le autorità italiane, pronta a discutere con loro della disponibilità di strumenti" di salvataggio "sempre nel quadro degli strumenti europei", riferisce Bruxelles.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE