Incidente shock durante il parto: bambino decapitato dagli infermieri

Remigio Civitarese
Gennaio 13, 2019

A quel punto i due infermieri che si sono occupati del parto senza l'assistenza di un medico avrebbero usato troppa forza nel tirare il bambino fino a dividerlo in due, lasciando la testa nell'utero della madre.

Un neonato è stato decapitato durante il parto nella clinica Ramgarh di Jaisalmer, in India. Il bimbo sarebbe stato tirato con troppa veemenza e la testolina del minore si sarebbe staccata dal collo restano nell'utero.

Una volta arrivata nel vicino ospedale di Jodhpur, la donna è stata sottoposta a un intervento per rimuovere la testa. La notizia è stata loro data solo nella seconda struttura ospedaliera dalla squadra di medici guidata dal dott.

Così è stata effettuata un'operazione e all'interno del grembo della donna è stata ritrovata la testa del feto.

Il ministro della Salute, Rajasthan Raghu Sharma, ha ordinato di aprire un'indagine. L'inchiesta è stata aperta dopo la denuncia della famiglia di Deeksha Kanwar.

I due infermieri sotto accusa, dopo il misfatto, avrebbero prima nascosto il corpo del bimbo decapitato, per poi consegnarlo solo in seguito a un reclamo alle forze di polizia. Tuttavia, pare che al momento della terribile decapitazione, avvenuta lo scorso 7 gennaio nella clinica indiana, fosse presente anche un medico. Il personale infermieristico ha gestito il caso. "Poco dopo, quando mia moglie ha lamentato un forte dolore, hanno detto che c'erano complicazioni e il bambino non sarebbe sopravvissuto". "Era un bambino prematuro".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE