Medio Oriente, Pompeo rassicura gli alleati: l'impegno Usa non cambia

Remigio Civitarese
Gennaio 13, 2019

"Il risultato di questo errore di valutazione fu un disastro". "Questi fondamentali equivoci, esposti in questa città nel 2009, hanno influito negativamente sulle vita di centinaia di milioni di persone in Egitto e in tutta la regione".

Gli Stati Uniti hanno imparato "dagli errori del passato", sono impegnati per arrivare al "completo smantellamento" dell'Is e chiedono uno sforzo maggiore ai partner in Medio Oriente.

"Trump è pronto a intraprendere nuove azioni militari in Siria, ma speriamo che non debba farlo", ha detto.

"La decisione del presidente Trump di ritirare le nostre truppe è stata presa e lo faremo" ha detto. "E gli Stati Uniti - ha sottolineato - useranno queste alleanze per cacciare via dalla Siria fino all'ultimo stivale iraniano". "Abbiamo riscoperto la nostra voce. Abbiamo rigettato le false aperture dei nemici".

"Le truppe statunitensi si stanno ritirando dalla Siria, non dal Medio Oriente". In risposta a una domanda sulle condizioni dei detenuti nel paese, Pompeo ha anche dichiarato di voler affrontare le questioni che riguardano solamente la parte americana.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE