Energia: Di Maio, 'esporteremo modello Porto Torres su reddito energetico'

Cornelia Mascio
Gennaio 15, 2019

Porto Torres. Il Comune di Porto Torres ha inaugurato stamattina in piazza Umberto I il progetto del reddito energetico, sviluppato insieme al Gse, il Gestore dei servizi energetici.

"Se da un lato - incalza Pigliaru - emerge chiaramente che l'abbandono del carbone come fonte da cui trarre energia termoelettrica è un obiettivo condiviso e da raggiungere in tempi brevi, possibilmente non oltre la fine del 2025, è altrettanto chiaro a tutti che ciò non può avvenire mettendo in pericolo la sicurezza del sistema energetico regionale e la sua capacità di rispondere adeguatamente ai fabbisogni di cittadini e imprese senza generare costi aggiuntivi". "Sposiamo così la riconversione energetica, aiutiamo le fasce più deboli e stimoliamo la condivisione delle risorse". Luigi Di Maio ha trattato i principali temi della politica nazionale ma si è soffermato anche sui temi che caratterizzano la politica regionale in vista delle elezioni regionali del 24 febbraio. "Da qui illuminiamo il Paese con il reddito energetico per un futuro verde e rinnovabile", ha dichiarato il ministro dei Rapporti con il parlamento e la democrazia diretta Riccardo Fraccaro, tra i promotori del progetto.

"Siamo a Porto Torres per raccontare a tutto il Paese del reddito energetico". "Sono anni che in Europa siamo in ritardo sugli investimenti nelle nuove tecnologie, nelle nuove forme di produzione energetica".

L'idea progettuale si basa su un fondo pubblico che serve per finanziare l'installazione di impianti fotovoltaici sulle case dei cittadini, a partire da quelli con redditi più bassi ma destinato a tutti, gratuitamente. Questo piano è stato approvato con un'intesa Stato-Regione nel 2016 che ha stabilito modalità tecniche di realizzazione, procedure autorizzative, fonti di finanziamento, criteri di regolazione tariffaria sia nella fase transitoria che a regime, in modo da equiparare la Sardegna al resto del Paese, includendola nelle rete nazionale dei gasdotti.

Durante la sua prima tappa in Sardegna, il leader del M5S ha risposto a Porto Torres alle domande dei cronisti circa il rischio recessione in Italia.

Scritte contro Luigi Di Maio e l'asse Lega-M5S davanti alla basilica di San Saturnino, in piazza San Cosimo a Cagliari, dove è in programma alle 19 il comizio del vicepremier M5s. Dobbiamo investire per dare a tutti la possibilità di accedere alle fonti pulite, diffuse e democratiche di energia.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE