Conceiçao: "Totti? Non gli sto simpatico perché ho vinto tanti derby"

Paola Ditto
Febbraio 11, 2019

Ha delle motivazioni speciali ad affrontare la Roma e oggi vuole rispondere a Totti che definì fortunato il sorteggio? "Siamo contenti di incontrare la Roma, come loro sono contenti di incontrare no". È una delle squadre che ha vinto più duelli difensivi. "Per quanto riguarda Totti forse ha detto quelle cose per simpatia o antipatia nei miei confronti". Ed infatti è il traduttore ad aver sbagliato.

Lo stesso fischietto olandese è stato designato per l'andata degli ottavi con il Porto e sarà la sua terza volta con la Roma (l'altro precedente è la vittoria per 4-0 due anni fa in Europa League col Villarreal). Zaniolo è uno dei più importanti per le dinamiche offensive, ha molta qualità e lo teniamo in considerazione come tutti, perchè noi lavoriamo sul collettivo. Non è proprio così, si trova ai livelli più alti al mondo" replica il tecnico al centrocampista giallorosso, prima di liquidare il 7-1 di Fiorentina-Roma in Coppa Italia: "Sono casi isolati e quindi non abbiamo preso ad esempio quella partita. Ha fatto una stagione fantastica l'anno scorso, è un giocatore sopra la media.

IL PORTO- Di Francesco ha parlato anche degli avversari, che devono fare i conti con diverse assenze per infortunio: "Hanno ottimi sostituti con caratteristiche differenti, specialmente l'attaccante, ma forti ugualmente". Mi ricordo gli anni alla Lazio, qui ho trovato una struttura di livello alto. "I giallorossi sono una squadra molto forte e competitiva, sia nelle individualità che nella collettività".

LE PAROLE DI PEPE - In conferenza stampa con il tecnico, anche Pepe. La forza è nel gruppo: "Siamo tra i club più importanti al mondo, il nostro obiettivo è passare il turno".

In campo domani anche Manchester United e Psg, dirette dall'italiano Orsato, quello "allontanato" dalla Roma dopo il mancato intervento sul fischio di Banti per il contatto Olsen-Simeone al Franchi, dalla postazione Var, che nel suo utilizzo è ancora incoerente, ma nel calcio 2.0 la speranza è di renderla (quasi) perfetta.

"Credo che il gruppo della Roma sia molto buono". Vogliono avere sempre il possesso della palla ma noi siamo molto preparati e sappiamo cosa dobbiamo fare per sorprenderli. L'esperienza dell'anno scorso è stata positiva, ci permettiamo il lusso di dire che poteva finire anche meglio. Abbiamo vinto molti titoli insieme e spero di poter dare continuità ai titoli che abbiamo vinto qui a Porto. "Sono stato qui come giocatore".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE