"Abbasso Napolitano, Sanremo e Parigi!". Di Battista contro tutti

Remigio Civitarese
Febbraio 12, 2019

Secondo lui l'odierno presidente Mattarella non si comporterebbe mai come fece a suo tempo Napolitano. Sto col presidente russo Vladimir Putin?

"Esistono tanti tipi razzisti in Italia, anche quelli che utilizzano la vittoria di un cittadino italiano a scopo elettorale". "Io voglio un seggio dell'Europa all'Onu e pretendo una decolonizzazione che non c'è mai stata in Africa, in questo sono molto più europeista di Macron", ha detto Di Battista. "Il M5s sta cercando di formare un gruppo europeo per dopo le elezioni". Infine al vicenda del Venezuela che ha diviso il governo: "Non ho mai detto che essere neutrale vuol dire stare con Maduro, sono fake news".

"Il governo di Parigi non può fare la morale a noi sul razzismo quando i loro gendarmi alcune settimane fa hanno sbattuto i migranti alla frontiera in una foresta come cani", ha aggiunto parlando del tema migranti. Invitato a scusarsi poi dall'Annunziata, che gli aveva replicato che non si possono attaccare le istituzioni, lui non si è tirato indietro. Quindi, ribadisce Di Battista, "la crisi diplomatica va risolta a testa alta". "10 miliardi (il totale degli scambi dei Paesi del cosiddetto Franco Cfa, ndr) per la Francia non sono lo stesso che per i Paesi africani - ha affermato Di Battista -". "Ma mi chiedo - aggiunge - si può essere paladini dell'Europa e mettersi al di fuori delle regole europee?", criticando sempre il presidente francese Macron.

Il programma domenicale di approfondimento politico di RAI 3 la cui durata è stata recentemente raddoppiata in considerazione del crescente successo di pubblico vedrà oggi ospiti - seguendo il tradizionale format che vede i due ospiti avvicendarsi nelle due porzioni di mezz'ora in cui è divisa la trasmissione - dapprima l'esponente 5stelle Alessandro Di Battista e l'ex ministro PD Carlo Calenda animatore di un nuovo movimento politico e culturale filo-europeista and anti-populista. "Contro l'ignoranza, l'arroganza, l'accatto, il dolo di questi qua".

"È tragicomico che un uomo minuscolo, ignorante e volgare come Alessandro Di Battista lanci accuse di vigliaccheria a una grande personalità come Giorgio Napolitano. Solidarietà al Presidente Napolitano".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE