Due sub spezzini dispersi a Santo Domingo

Remigio Civitarese
Febbraio 12, 2019

Il Patriarca Francesco - insieme all'intero presbiterio, ai diaconi, ai consacrati, alle consacrate e ai fedeli laici della Chiesa che è in Venezia - esprime grande affetto e vicinanza al carissimo don Giacomo Basso, alla mamma Giuliana, al papà Piero e a tutti i familiari per la tragica e improvvisa scomparsa del fratello Carlo, avvenuta a Santo Domingo. I due si erano immersi nel lago El Dudu, nella provincia di Maria Trinidad Sanchez in Repubblica Domenicana, area protetta suggestiva. Erano rimasti bloccati in un corridoio, 700 metri di tunnel sommersi che arrivano a 100 metri di profondità. Basso, nato a Venezia e residente a Lavagna (Genova), ha lavorato come istruttore subacqueo a Levanto, dove vivono due figli.

Si era immerso con un altro imprenditore edile ligure, anch'esso appassionato di diving, alle cinque di sabato pomeriggio, ma da allora non è più risalito. I due appassionati di subacquea sono Carlo Basso, di 43 anni, e Carlo Barbieri, di 56 anni. Carlo, originario della Cipressina di Mestre, si era trasferito in Liguria una decina di anni fa.

A quanto riferiscono il Consolato italiano a Santo Domingo e il sito dominicano "Diario Libre" le ricerche sono state infatti interrotte per permettere all'acqua di riacquistare la trasparenza: stamani il triste epilogo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE