'L'indipendenza di Bankitalia va rispettata'

Cornelia Mascio
Febbraio 12, 2019

Il testo si propone di dare una "interpretazione autentica", "in conformità con quella euro-unitaria", delle norme sulle riserve auree dopo che, come si legge nella relazione, "l'avvento del sistema bancario europeo e lo stratificarsi della normativa" ha reso via Nazionale "un ircocervo giuridico". "Le parole di Tria non sono indirizzate contro nessuno". Ho intravisto persone la cui partecipazione è dettata esclusivamente dalla fama dei relatori invitati e supportata da un unico vitale pensiero: "Forse riuscirò a fami un selfie con Di Maio e Salvini e, se ancora più fortunato, stringerò loro la mano dandogli una pacca sulle spalle per l'ottimo lavoro che stanno svolgendo". Nonostante il leghista Claudio Borghi rimanga persuaso del fatto che Conte non proporrà il nome uscito dal Consiglio superiore di Bankitalia, le ultime dichiarazioni dello stesso Salvini hanno un tono ben più accondiscendente.

Non è un attacco all'istituzione Bankitalia o Consob. "Poi per quel che mi riguarda resta lì", dice poi Matteo Salvini incontrando la stampa a Montecitorio.Parlando poi della politica economica del governo il leader della Lega ribadisce che "non ci saranno mai patrimoniali o tassazioni sui redditi sui risparmi o sulle case".

"Non conosco Signorini ma troveremo un accordo in Cdm", ha aggiunto. Nella riunione dell'8 febbraio è infatti arrivato lo stop a Signorini da parte dei ministri del Movimento 5 Stelle che è invece stato fortemente sostenuto dal ministro dell'Economia Giovanni Tria che ieri ha dichiarato che "l'indipendenza di Via Nazionale va difesa".

Dalle nomine l'attenzione sembra però essersi intanto spostata altrove. "Tanti imprenditori, secondo noi, si sono trovati in difficoltà perché Bankitalia e Consob non hanno fatto fino in fondo il loro dovere".

"Non c'è nessuna intenzione di vendere un grammo d'oro".

Esecutivo in subbuglio sulla partita Banca d'Italia. Manca, quindi, un esplicito riferimento alla 'proprietà' di tali riserve anche se - spiegano dall'Eurotower all'Adnkronos - è in arrivo una risposta a una interrogazione presentata dagli europarlamentari Marco Valli (ex M5S) e Marco Zanni (Lega) che hanno chiesto alla Bce proprio "di chiarire a chi debba essere attribuita la proprietà legale delle riserve auree degli Stati membri" e "di far sapere in che modo essa possa disporre di tali riserve". "Ipotizzarne un trasferimento al Tesoro significherebbe un'espropriazione e un finanziamento del Tesoro che il trattato Ue vieta tassativamente".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE