Perchè buttano il latte per strada? I pastori protestano

Cornelia Mascio
Febbraio 12, 2019

Gli allevatori hanno denunciato le "pessime condizioni della carne d'importazione" mentre scaricavano a terra quarti di suino provenienti dalla Francia. A fine mattina anche la squadra del Cagliari calcio è stata coinvolta nei blocchi: un gruppo di allevatori si è presentato davanti ai cancelli del centro sportivo di Assemini durante l'allenamento prima della partita di domani sera con il Milan, e ha sistemato le auto davanti all'ingresso. Sono totalmente d'accordo con loro, non possiamo pensare che vengano pagati sottocosto - ha detto il ministro - I pastori sardi hanno perfettamente ragione, poi le modalità le lascio a voi. La Statale 125 e la 131 chiuse all'altezza di Giave e Cardedu e un'altra strada, all'uscita di Mamoiada, in provincia di Nuoro, bloccata da un'ottantina di allevatori. Problemi anche sulla statale 129.

Nel viterbese e nella Ciociaria il prezzo è ancora intorno ai 75-80 centesimi al litro (la metà comunque di 15 anni fa) ma è concreta la minaccia di alcuni caseifici di acquistare la materia prima in Sardegna visto il basso costo. oggi saranno denunciati per danneggiamento e violenza privata cinque persone - tre disoccupati di Ortacesus e due allevatori di Senorbì - per aver costretto sabato un autotrasportatore a versare in strada ben 11 mila litri di latte.

Prosegue senza sosta la protesta dei pastori di Ovodda, che per il terzo giorno consecutivo sono in piazza a protestare contro il prezzo del latte. L'opposizione entra nella vertenza sarda con l'ex ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, deputato e candidato alla segreteria dem: "Nessuno può rimanere indifferente". Interviene anche Giorgia Meloni: "L'imposizione dei prezzi da parte della grande distribuzione e dell'industria di trasformazione è inaccettabile: il lavoro dei pastori è sacro e i prodotti nazionali vanno tutelati". Come Governo stiamo ripensando a tutta la questione dei Consorzi per quanto riguarda il latte di pecora. "Stiamo cercando di dare agli agricoltori alternative che non siano solo quelle tradizionali".

Sul fronte interno si annuncia una settimana 'calda'.

Ci si prepara al tavolo convocato per mercoledì 13 dalla Regione.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE