Morta la mamma della piccola Emili Formisano

Remigio Civitarese
Febbraio 14, 2019

Caterina Morelli era medico e aveva 38 anni.

I medici le diagnosticano un tumore al seno ma lei non si sottopone alla chemioterapia in quanto dannosa e non compatibile con il suo stato di maternità. Decide così di seguire delle cure che le permettessero di andare avanti in collaborazione con l'Istituto Oncologico europeo di Milano. Dopo la nascita del bambino, per Caterina è iniziato il calvario: interventi chirurgiche e chemio aggressive. Invece nel 2015 le viene diagnosticato un altro tumore, più esteso e aggressivo. Caterina si cura con cicli di chemioterapia. L'incidente, peraltro, ha creato numerose polemiche in Alto Adige perché il cartello all'inizio della pista, che vietava agli slittini di percorrerla era solo in lingua tedesca, mentre quello più chiaro, con il simbolo di divieto alle slitte, si trovava più in basso, a circa cento metri dalla partenza della 'nera', quando però la discesa fatale della piccola Emily e di sua mamma Renata era già cominciata.

Come riporta il Corriere Fiorentino a gennaio è stata fatta fare anticipatamente la prima comunione alla figlia maggiore in modo che la madre potesse assistere. Oltre 500 persone hanno partecipato sabato ai suoi funerali nella chiesa di Santissima Annunziata. Nella stessa piazza gli amici e parenti l'hanno oluta ricordare appendendo uno striscione con scritto: "Cate sei volata nel cielo di Firenze per renderla più luminosa e bella". Grande l'affetto e la solidarietà che è nata intorno alla famiglia Morelli.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE